ANCHE QUEST'ANNO WHAT'S UP MEDIa PARTNER DELLA FESTA DEL CINEMA BULGARO

Torna la Festa del Cinema Bulgaro che approda nuovamente alla Casa del Cinema di Roma dal 19-22 maggio 2016 per festeggiare la  nona edizione. Anche quest’anno What’s up sarà media partner dell’evento che compie nove anni di vita per raccontare al pubblico italiano un cinema dalla straordinaria vitalità e ricchezza.
Fra i titoli portanti di questa edizione, Perdenti di Ivailo Hristov, già vincitore del primo premio all’IFF di Mosca, con cui si inaugurerà il Festival. In programma anche un omaggio ad una firma storica della regia bulgara, Ivan Andonov, autore di alcuni dei maggior ever green della storia del cinema bulgaro di cui la scorsa edizione era stato proposto Ieri.
Sabato 21 maggio verrà presentato il volume (Ivan Andonov) scritto su di lui dalla moglie Luba Marichkova che raccoglie fotografie e alcuni dei suoi disegni e testi; in programma anche la proiezione del film Il turno delle Signore (Ladies’ choice).
Non poteva mancare uno spazio dedicato alla televisione e alle serie televisive: fra i titoli la nuova stagione della serie tv bulgara di maggior successo degli ultimi anni Sotto copertura, presentato, fra l’altro, su Premium Action di Mediaset con il titolo inglese Undercover, e che, alla sua quinta stagione, ha visto fra i protagonisti anche l’italiano Mattia Sbragia, segno di una storica collaborazione di coproduzione fra Italia e Bulgaria.
Scendendo più nel dettaglio nel programma: il Festival si apre giovedì 19 maggio con la proiezione del film di Hristov Perdenti. La giornata di venerdì 20 maggio sarà dedicato al ricco repertorio dei documentari made in Bulgaria: in programma La marcia delle lettere di Ralitza Dimitrova, un interessante documentario dedicato alla figura di San Metodio; a seguire la presentazione del libro su Ivan Andonov e la proiezione de Il turno delle Signore (1980). Sabato 21 maggio la giornata si apre con ​Da obichash Carmen (Amando Carmen): non poteva mancare un appuntamento dedicato alla grande opera che quest’anno vede protagonista Carmen di Bizet nell’interpretazione di Alexandrina Pendachanska per la regia di Nayo Titzin, a seguire la proiezione di Oshte neshto za lyubovta (Un’altra cosa sull’amore) di Magdalena Ralcheva e Dokato Aya speshe (Mentre Aya dormiva) di Tsvetodar Markov.
Il festival si chiude domenica 22 maggio presso la Sala Deluxe con due appuntamenti dedicati alle produzioni televisive: in apertura verrà proiettato Baratto, un film prodotto dalla Televisione Nazionale Bulgara, opera del regista di Atanas Kiryakov; a seguire il secondo ed il terzo episodio della quinta stagione di Sotto copertura. Ricordiamo che l’evento è organizzato grazie al sostegno del Ministero della Cultura della Repubblica Bulgara, in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica di Bulgaria in Italia e quella presso la Santa Sede e con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e Turismo di Roma Capitale. Ma anche con la preziosa collaborazione della FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori) e in collaborazione con il Centro Nazionale di Cinematografia bulgaro, e l’Associazione Culturale Italo-Bulgara “La Fenice”. Media partner dell’evento sono: la Televisione Nazionale Bulgara, presente fin dalla prima edizione e con i magazine Cinecorriere, What’s up e con il quotidiano online Affaritaliani.it.

Condividi!

Condividi
Pubblicato da

Articoli Recenti

La Toscana pensa al gender in piena emergenza Coronavirus? Giù le ‘denunce’…

La denuncia è del Family Day: Fondi della Regione Toscana al consultorio gender. D'altronde quella…

27/03/2020

Virus docet. Il 27 aprile ci sarà la rivolta degli scoppiati e degli spossati?

Il 27 febbraio vivevamo su Marte. C’erano tante razze storicamente consolidate e date per scontate:…

27/03/2020

Coronavirus, “tutti pazzi” per l’autocertificazione: l’ironia corre via social

Autocertificazione, che passione! Gli italiani, oltre a dover star dietro alle limitazioni che di volta…

27/03/2020

Nasce il progetto CSBNO “La biblioteca è con te”

Una telefonata per sentirsi più vicini Quelle che stiamo vivendo sono settimane delicate, affannose, caratterizzate…

27/03/2020

Coronavirus, Istituto Friedman: “La vita conta più delle sanzioni”

"La vita in un momento difficile come questo, conta molto di più della politica delle…

26/03/2020

Nasce “PlayFTS”, lo spazio virtuale di Fondazione Toscana Spettacolo

Contributi video degli artisti per il pubblico del circuito: si parte con Silvio Orlando, Simone Cristicchi…

26/03/2020