Pamela l’ira della rete per i domiciliari al nigeriano: doppiopesismo

La notizia della probabile scarcerazione di Innocent Oseghale, il 29enne nigeriano che ora deve rispondere di occultamento e vilipendio di cadavere, e non più di omicidio nell’inchiesta sulla morte di Pamela Mastropietro. Infatti secondo l’avvocato Andreano le porte del carcere potrebbero aprirsi molto presto per Oseghale: “Rispetto alle contestazioni della Procura (omicidio, occultamento e vilipendio di cadavere), il Gip non ha ritenuto sussistenti gli elementi indiziari dell’omicidio”.

Secondo l’avvocato infatti “per vilipendio la pena è da un minimo di tre a un massimo di sei anni, per l’occultamento fino a tre anni. Quindi, dovendo scegliere per esempio un rito abbreviato, potrebbe ricevere una condanna a tre anni. L’indagato non è stato poi messo in libertà per mancanza di un domicilio idoneo quindi, quando lo troverà, potrebbe essere presto rilasciato”.

Questa possibilità ha ovviamente scatenato il web che da ieri ha cominciato a twittare la propria rabbia e l’indignazione sulla scarcerazione di Oseghale.

Condividi
Pubblicato da

Articoli Recenti

Digitale, siglato accordo tra le associazioni Knosso e Aidr

Intesa per promuovere la sicurezza dei servizi digitali Un accordo di collaborazione è stato siglato…

21/02/2020

Faccia a faccia Renzi-Conte. Italia Viva studia l’exit strategy

"Matteo Renzi e Giuseppe Conte si vedranno la prossima settimana, per la prima volta dalla…

21/02/2020

Ex LSU, Cafasso (giuslavorista): “Per colpa del governo rischiamo 5000 disoccupati”

"Circa cinquemila lavoratori rischiano la disoccupazione a causa di una norma introdotta dal governo". La…

21/02/2020

A ROMA LA DECIMA EDIZIONE DI RENDEZ-VOUS, FESTIVAL DEL NUOVO CINEMA FRANCESE

Al via, dal 1 all’6 aprile 2020, RENDEZ-VOUS, il FESTIVAL DEL NUOVO CINEMA FRANCESE che…

21/02/2020

Il “Pacchetto Digitale” della Commissione Europea

Ieri l’associazione ha partecipato alla presentazione del “pacchetto digitale” della Commissione Europea. Tale pacchetto, in…

20/02/2020

Skullbreaker Challenge, l’ultimo gioco al massacro degli adolescenti. VIDEO

Al peggio non c'è mai fine, il gusto per l'estremo continua purtroppo a contagiare gli…

20/02/2020