Dolore renale cronico, ora si conosce l’origine

Dolore renale cronico associato a una malattia che colpisce soprattutto le donne, il “rene con midollare a spugna”: grazie a una ricerca condotta presso la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma e l’Università Cattolica in collaborazione con la New York University si è scoperto che il dolore è spesso indipendente dalla espulsione dei calcoli.

COSA SONO I RENI: I reni sono organi pari parenchimatosi escretori (nello specifico, emuntori) dei vertebrati. Insieme alle vie urinarie costituiscono l’apparato urinario, che filtra dal sangue i prodotti di scarto del metabolismo e li espelle tramite l’urina. Il settore della medicina che studia i reni e le loro malattie è chiamato nefrologia

LA SCOPERTA: In occasione della Giornata Mondiale del Rene (campagna di sensibilizzazione con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza della salute renale per il mantenimento della salute globale dell’organismo) che si celebra oggi, giovedì 8 marzo, quest’anno si è scelto di dedicarla alle malattie renali nelle donne. Pubblicata sul “Journal of Nephrology”, la ricerca è stata condotta presso il Centro per le Malattie Rare del Rene della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, diretto dal professor Giovanni Gambaro, e che fa parte della rete ERKnet, che riunisce i centri di eccellenza europei per le malattia rare del rene. Il centro del Policlinico Gemelli si occupa di Rene con Midollare a Spugna da molti anni, avendo come mission sia la cura dei pazienti che la ricerca su questa malattia.

Esistono delle differenze di genere riguardo alle malattie renali: alcune di esse sono più frequenti nelle donne, sia perché legate alla gravidanza (si pensi alla pre-eclampsia, una complicanza della gestazione caratterizzata da pressione alta), sia per una diversa suscettibilità nei due sessi (per esempio le infezioni del rene, la nefrite in corso di lupus). Sebbene la calcolosi urinaria sia meno frequente nelle donne rispetto ai maschi, una forma particolare di calcolosi legata a una malformazione renale, il rene con midollare a spugna, è più frequente nella donna. Il rene con midollare a spugna è una malattia rara (ha un’incidenza compresa tra 5 su 10mila e 5 su 100mila), che si caratterizza in genere per i numerosi episodi di calcolosi cui i pazienti che ne sono affetti vanno incontro. Una delle manifestazioni del rene con midollare a spugna, cioè il dolore renale cronico, è così rara che fino a oggi non era stato possibile studiarla. Questa condizione è molto invalidante e la sua cura, assai difficile, può richiedere l’uso di analgesici maggiori compresi gli oppioidi. Poiché la malattia è ignota a molti medici, accade che alcune delle pazienti che ne sono affette non siano credute e siano considerate drug-seekers (dipendenti da farmaci)

Condividi!

Questo articolo è stato modificato il 08/03/2018 11:27

Condividi
Pubblicato da

Articoli Recenti

Intervista all’europarlamentare Luisa Regimenti

di Rosangela Cesareo, Responsabile Relazioni Istituzionali Aidr Abbiamo incontrato l’onorevole Luisa Regimenti, europarlamentare Lega e…

04/04/2020

Coronavirus, da Aidr e Canon Italia stampanti in dono a ospedali

“Siamo vicini a operatori sanitari e volontari per l’altruismo e il coraggio che dimostrano ogni giorno” Un piccolo aiuto, un’azione di solidarietà…

03/04/2020

Coronavirus, parla Meluzzi: “Ora serve solo un reset generale o l’Italia in trappola”

"Ad oggi la Ue, e cioè le istituzioni europee e gli Stati membri, hanno mobilitato…

03/04/2020

Paolo Fox, oroscopo di oggi 3 aprile e weekend 4 e 5 aprile 2020

Scopriamo l'oroscopo di oggi, venerdì 3 aprile e quello del weekend, con le previsioni di…

03/04/2020

L’urgenza di provvedimenti a sostegno dell’economia e a protezione degli assets strategici nazionali

L’Italia è stato il primo paese europeo ad essere travolto dalla pandemia, ma rischia di…

02/04/2020

Virus docet. Rai, le cose che non dice. Floris, le domande che non fa

Adesso la preoccupazione di tutti gli osservatori e gli esperti è che inesorabilmente, inevitabilmente, la…

02/04/2020