Destino: Marte! Scuola di Lotta Ambientalista – Per amore della Terra

Crescono e pullulano di vitalità i format di Grande come una città, il movimento culturale cittadino nato dalla passione di un gruppo di cittadini e dall’assessorato alla cultura del Terzo Municipio di Roma. Dopo i numerosi appuntamenti con il Cinema, la letteratura e molto altro, non poteva mancare un angolo dedicato all’Ambiente.

Si tratta di Destino: Marte!, un ciclo di incontri dedicati all’ambiente e alla battaglia per la sua salvaguardia.

Mercoledì 10 Aprile appuntamento quindi presso l’Aula Consiliare del III Municipio (Piazza sempione 15, ore 18:00) con Per Amore della Terra: l’Assessore alla Cultura Christian Raimo incontra Giuseppe De Marzo, rappresentante di Libera e della Rete dei Numeri Pari per affrontare l’impatto su economia e società dei cambiamenti climatici a cui stiamo assistendo in ogni angolo del pianeta.

Non solo ecologia. L’intenzione è quella di comprendere la crisi degli ultimi anni, in cui varie aree vengono a contatto: dall’economia all’ambiente, dall’energia alla crisi migratoria. Mentre la crisi ecologica avanza, i dubbi sui problemi derivanti dal liberismo e sull’efficacia della democrazia rappresentativa sono anelli di una catena difficile da spezzare. De Marzo cerca così di analizzare come alcuni movimenti di stampo ambientalista abbiano posto in discussione l’attuale modello di sviluppo, proponendo una visione differente da quella dell’economia dominante. L’idea è quella di comprendere come si stia reagendo ai già citati cambiamenti in vari modi, nei vari habitat del nostro pianeta, per riscoprire l’amore verso la nostra madre Terra, unica speranza per poter guardare ad un nuovo futuro.

Giuseppe De Marzo è economista, giornalista, attivista e scrittore, ha lavorato per dieci anni sul campo con i movimenti sociali latinoamericani al fianco delle popolazioni indigene e rurali. Nel 2002 viene arrestato in Ecuador per le sue attività contro le multinazionali petrolifere. Tra i coordinatori della campagna referendaria 2011 per l’acqua pubblica e contro il nucleare.
In Italia lavora con don Ciotti nelle associazioni Libera e Gruppo Abele, assieme a comitati, centri di ricerca e sindacati, con cui nel 2017 ha fondato la Rete dei Numeri Pari. Collabora con diverse testate giornalistiche tra cui «Il manifesto» ed è membro di diversi forum internazionali.

Condividi!

Questo articolo è stato modificato il 08/04/2019 18:25

Condividi
Pubblicato da

Articoli Recenti

La Toscana pensa al gender in piena emergenza Coronavirus? Giù le ‘denunce’…

La denuncia è del Family Day: Fondi della Regione Toscana al consultorio gender. D'altronde quella…

27/03/2020

Virus docet. Il 27 aprile ci sarà la rivolta degli scoppiati e degli spossati?

Il 27 febbraio vivevamo su Marte. C’erano tante razze storicamente consolidate e date per scontate:…

27/03/2020

Coronavirus, “tutti pazzi” per l’autocertificazione: l’ironia corre via social

Autocertificazione, che passione! Gli italiani, oltre a dover star dietro alle limitazioni che di volta…

27/03/2020

Nasce il progetto CSBNO “La biblioteca è con te”

Una telefonata per sentirsi più vicini Quelle che stiamo vivendo sono settimane delicate, affannose, caratterizzate…

27/03/2020

Coronavirus, Istituto Friedman: “La vita conta più delle sanzioni”

"La vita in un momento difficile come questo, conta molto di più della politica delle…

26/03/2020

Nasce “PlayFTS”, lo spazio virtuale di Fondazione Toscana Spettacolo

Contributi video degli artisti per il pubblico del circuito: si parte con Silvio Orlando, Simone Cristicchi…

26/03/2020