//

ShorTS International Film Festival 2019: torna la 24H ShorTS Comics Marathon

2 minuti di lettura

Per il terzo anno consecutivo il cinema incontra il fumetto a ShorTS International Film Festival 2019, il festival triestino in programma dal 28 giugno al 6 luglio, che anche per la sua 20° edizione conferma la 24 Hours ShorTS Comics Marathon.

Un contest gratuito dedicato a disegnatori di ogni età che vorranno cimentarsi in una vera e propria maratona artistica durante la quale, in sole 24 ore, dovranno realizzare un cortometraggio a fumetti di almeno 12 tavole inchiostrate e/o colorate, ciascuna contenente una vignetta di dimensione quadrata. Il fumetto vincitore verrà poi pubblicato e distribuito gratuitamente, prima sul profilo Instagram di ShorTS e poi su carta, all’interno di un volume a fumetti, che verrà distribuito gratuitamente presso le due fumetterie triestine partner dell’evento, Fantasylandia e Neopolis.

L’appuntamento con la Maratona è in piazza della Borsa dalle ore 17.00 di sabato 29 giugno fino alle 17.00 di domenica 29 giugno. La partecipazione al contest è gratuita e aperta a un numero massimo di 15 partecipanti, che possono iscriversi attraverso il sito ufficiale della manifestazione www.maremetraggio.com.

Dopo grandi nomi come Laura Scarpa, Lorenzo Pastrovicchio e Sio, anche quest’anno a valutare gli elaborati ci sarà una giuria d’eccezione, composta da esperti in campo artistico. In particolare, la giuria dell’edizione 2019 di 24 Hours Shorts Comics Marathon sarà composta dall’animatore e illustratore Dr. Pira, autore di “I fumetti della Gleba” e di “Super Relax”, grazie al quale è stato insignito del premio Micheluzzi 2019 al Napoli Comicon, e di numerose serie per XL di Repubblica, Vice Magazine e Smemoranda, dal fumettista e sceneggiatore Menotti, pseudonimo di Roberto Marchionni, co-autore della sceneggiatura dell’acclamato film “Lo chiamavano Jeeg Robot”, dal fumettista e disegnatore Giopota, autore delle tavole di “Gennaio”, scritto da Luca Vanzella, e di “Un anno senza te”, sempre su testi di Vanzella, pubblicato da BAO Publishing, e dall’illustratrice Ilaria Palleschi, autrice del romanzo grafico “Nina che disagio” per BAO Publishing.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Il filo-grillino Massimo Fini a Di Battista: “Perché sbagli con Di Maio”

Articolo successivo

Sea Watch, parla Santanchè (FdI): “Il capitano è donna? Mi offende di più…..”

0  0,00