BiblioHUB a Milano

La biblioteca su ruote incontra la comunità del quartiere Ponte Lambro dal 30 settembre al 3 ottobre

BiblioHUB, il culture-truck di AIB – Associazione Italiana Biblioteche, approda a Milano nel quartiere Ponte Lambro. In collaborazione con CSBNO (Culture Socialità Biblioteche Network Operativo) e Fondazione Somaschi Onlus, BiblioHUB sosterà a Milano Ponte Lambro dal 30 settembre al 3 ottobre.

Progettato come uno “scrigno” che si apre e si espande negli spazi urbani per portare la biblioteca dentro il territorio, BiblioHUB è, insieme, biblioteca itinerante e strumento di partecipazione, inclusione e coesione sociale. Lo speciale culture-truck raggiunge anche le aree più marginali e periferiche, creando, sia pur temporaneamente, un presidio sociale, un luogo di aggregazione che avvicina i cittadini alla ricca offerta culturale e di servizi che la biblioteca è oggi in grado di proporre.

La mattina di lunedì 30 settembre BiblioHUB stazionerà presso la biblioteca Sormani in occasione del seminario organizzato dal Comune di Milano sulle biblioteche itineranti.

Dal pomeriggio di lunedì 30 settembre fino a giovedì 3 ottobre BiblioHUB sarà di base a Ponte Lambro in via Parea 26. Le attività previste per questa tappa si muovono all’interno del progetto “UGUALI & DIVERSI”, iniziativa finanziata dal Comune di Milano con fondi EX Legge 285/97, realizzata da Fondazione Somaschi e Amelinc per promuovere la cultura della legalità, dalle scuole al quartiere.

Il culture-truck per tutti

BiblioHUB è una struttura mobile polifunzionale e multimediale di informazioni su cultura, tempo libero e servizi al cittadino, punto di prestito di libri, raccolte tematiche (per esempio sul bullismo), laboratorio ludico-didattico per bambini. E ancora, può offrire e-books scaricabili con QR-code, lettura digitale su e-reader, vetrina di bookcrossing, hotspot wi-fi, internet-point, opere di arte contemporanea,giochi da tavolo, proiezione di video. Rappresenta un vero e proprio luogo d’incontro e di socializzazione.

Da oltre un anno, il tour di BiblioHUB sta attraversando tutta l’Italia, toccando piccoli comuni e grandi città.

Ovunque ha suscitato interesse e raccolto consensi, attivando nuove relazioni e, come le biblioteche tradizionali che costruiscono comunità, attirando piccoli e grandi visitatori desiderosi di mettersi in gioco sfogliando libri, vivendo la gaming zone, sperimentando nuovi mondi grazie alla realtà virtuale. Vincente la cooperazione con le scuole dei territori che hanno accompagnato questa prima fase di avvicinamento. Emozionante l’accoglienza dei più piccoli, che hanno vissuto la visita al truck come un vero e proprio regalo.

Con l’aggiunta di una postazione multimediale di co-working, la biblioteca mobile è un vero e proprio laboratorio aumentato multidisciplinare. La forte vocazione pubblica del mezzo è richiamata dall’illustrazione dell’artista Guido Scarabottolo, realizzata mediante microforature sulla facciata principale dove sono rappresentati una molteplicità di “auto-ritratti” di utenti delle biblioteche pubbliche.

Le tappe del Tour

Sono migliaia i chilometri già percorsi da BiblioHUB, riassunti in due video: VIDEO-DIARIO DI VIAGGIOB/E/E/R Biblioteche esistenti e resistentie PICCOLI LETTORI, GRANDI VISIONI La promozione della lettura attraverso le biblioteche del Lazio. Il suo viaggio ha toccato luoghi italiani ricchi di suggestioni e significati, sostando tra le città e, nell’ordine, le periferie di Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania, Lazio, Abruzzo, Veneto, Piemonte, Lombardia e Sardegna, suscitando la curiosità dei visitatori, grandi e piccoli, ovunque si sia fermato.

L’itinerario si è tradotto nell’opportunità unica di raggiungere realtà lontane e diverse tra loro, ognuna con la propria specificità: Rosarno e Vibo Valentia, Matera, Lecce e Foggia, il cuore di Napoli e Scampia, Roma e provincia, le terre tra Lazio e Abruzzo martoriate dai terremoti, le province di Viterbo, Rieti, Latina e Frosinone e ancora quelle di Treviso, Torino, Brescia, Nuoro e Bari. BiblioHUB ha incontrato e cooperato con alcune biblioteche del nostro Paese che esistono e resistono anche quando il contesto non agevola la loro operatività e ha portato in tutti i luoghi toccati una testimonianza significativa della vitalità di un modello di biblioteca non più dominato dal libro ma capace di offrire ai visitatori innumerevoli opportunità.

Il progetto e i partner, un lavoro di rete

Ancora una volta la cooperazione è l’elemento che rende possibile realizzare progetti complessi. Il progetto della biblioteca su ruote che ha attraversato tutto lo stivale è stato possibile grazie ad un lavoro di rete tra molti attori.

Elaborato da Alterstudio Partners per conto di AIB – Associazione Italiana Biblioteche, il progetto è stato realizzato grazie all’importante e convinto sostegno della Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) – ufficio del MiBAC dedicato alla contemporaneità; dell’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma; dell’Azienda speciale CSBNO, e degli sponsor tecnici Media Library On Line (MLOL), Linea Light e Promal srl Arredamento polifunzionale. Il progetto BiblioHUB era stato presentato nell’ambito della mostra Taking Care, Progettare per il bene comune alla 15° mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia del 2016.

CSBNO – Culture Socialità Biblioteche Network Operativo – azienda speciale che da oltre vent’anni coordina servizi e attività tra e per le biblioteche – è tra i partner e co-finanziatori del progetto. Ha inoltre allineato sotto un’unica regia oltre una dozzina tra sistemi e realtà bibliotecarie italiane che hanno aderito all’iniziativa “BiblioHUB in rete”: Rete Bibliotecaria Bresciana (RBB), Lecce, Rete BAM – Biblioteche Area Montebellunese, Consorzio Satta, Sistema Bibliotecario Consortile Antonio Panizzi, Sistema Bibliotecario Area Metropolitana Torinese (Area SBAM Ovest), Sistema Bibliotecario Area Metropolitana Torinese (Area SBAM Sud Ovest), Sistema Bibliotecario Seriate Laghi, Sistema Culturale integrato della Bassa Pianura Bergamasca, Sistema Bibliotecario della Valle Seriana, Sistema Bibliotecario del Vittoriese, Sistema Bibliotecario Intercomunale del Pavese.

Questo articolo è stato modificato il 29/09/2019 19:46

Condividi
Pubblicato da

Articoli Recenti

Digitale, siglato accordo tra le associazioni Knosso e Aidr

Intesa per promuovere la sicurezza dei servizi digitali Un accordo di collaborazione è stato siglato…

21/02/2020

Faccia a faccia Renzi-Conte. Italia Viva studia l’exit strategy

"Matteo Renzi e Giuseppe Conte si vedranno la prossima settimana, per la prima volta dalla…

21/02/2020

Ex LSU, Cafasso (giuslavorista): “Per colpa del governo rischiamo 5000 disoccupati”

"Circa cinquemila lavoratori rischiano la disoccupazione a causa di una norma introdotta dal governo". La…

21/02/2020

A ROMA LA DECIMA EDIZIONE DI RENDEZ-VOUS, FESTIVAL DEL NUOVO CINEMA FRANCESE

Al via, dal 1 all’6 aprile 2020, RENDEZ-VOUS, il FESTIVAL DEL NUOVO CINEMA FRANCESE che…

21/02/2020

Il “Pacchetto Digitale” della Commissione Europea

Ieri l’associazione ha partecipato alla presentazione del “pacchetto digitale” della Commissione Europea. Tale pacchetto, in…

20/02/2020

Skullbreaker Challenge, l’ultimo gioco al massacro degli adolescenti. VIDEO

Al peggio non c'è mai fine, il gusto per l'estremo continua purtroppo a contagiare gli…

20/02/2020