Leonardo e Carabinieri per formazione anziani su uso del digitale

2 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – Il Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri, Leonardo e la Fondazione Leonardo-Civiltà delle Macchine hanno siglato un accordo per la realizzazione del progetto "Formazione anziani all'uso del digitale – Diventare cittadino digitale". La collaborazione risponde all'esigenza di ridurre il digital divide anagrafico del Paese, riducendo gli ostacoli all'accesso a Internet da parte delle fasce sociali più anziane. I Comuni saranno individuati dall'Arma dei Carabinieri in relazione alla disponibilità di strutture della stessa Arma per i corsi di 'alfabetizzazione digitale'. Questi ultimi potranno svolgersi in due modalità: online, con docenze del personale senior di Leonardo, nonché testimonianze di esperti delle aree tecnologiche emergenti e di cyber security, e in presenza, presso le sedi dell'Arma dei Carabinieri. "Il progetto con l'Arma dei Carabinieri – sottolinea il presidente di Leonardo, Luciano Carta – rappresenta un contributo significativo per colmare il gap generazionale di competenze digitali". "Le tecnologie digitali sono entrate in modo dirompente nella nostra quotidianità, diventando imprescindibili in particolare in una fase critica come quella che stiamo vivendo", dichiara l'Ad di Leonardo, Alessandro Profumo. "Siamo parte di una nuova società digitale che si è posta l'obiettivo di appianare le diseguaglianze garantendo, nel contempo, la prosecuzione di attività legate al lavoro, alla formazione e alla vita di ogni giorno. Avvalendoci del nostro expertise nella digitalizzazione e nella cyber security – conclude Profumo – intendiamo offrire servizi alle comunità che accrescano la consapevolezza delle opportunità e delle potenzialità delle nuove tecnologie". (ITALPRESS). ads/com 11-Gen-21 16:06

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Nei primi 11 mesi entrate tributarie in calo

Articolo successivo

Azzolina “Lavorare uniti per il bene della scuola”

0  0,00