Assegnati i premi SIF-Farmindustria a 10 giovani ricercatori

1 minuto di lettura

ROMA (ITALPRESS) – Dieci giovani ricercatori hanno ricevuto oggi il premio SIF-Farmindustria dell'importo di 5.000 euro ciascuno. La consegna è stata effettuata dal presidente della SIF (Società Italiana di Farmacologia), Giorgio Racagni, dal presidente eletto della SIF, Giuseppe Cirino, e dal presidente di Farmindustria, Marcello Cattani. "Chi più dei giovani, che rappresentano il nostro futuro, ha bisogno di riconoscimenti e sostegni per spingersi sempre un po' più in là ed esplorare le frontiere della ricerca? – afferma Cattani -. Come industria farmaceutica siamo orgogliosi di puntare sulle nuove generazioni. Lo dimostra la crescita del 13% degli under 35 negli ultimi 5 anni, tra cui anche molte donne. Donne che rappresentano più del 50% nella R&S e che sono la quasi totalità delle premiate oggi, a dimostrazione del loro intuito e della loro tenacia". "Per affrontare le grandi sfide che il mondo della farmacologia ha davanti a sé, è fondamentale – ha dichiarato Racagni – valorizzare la ricerca di base e clinica e dare fiducia alle nuove generazioni di studiosi che, con il loro coraggio e le loro idee innovative, possono fare la differenza. Per questo, i Premi SIF-Farmindustria rappresentano un'eccellenza di cui la nostra Società è particolarmente orgogliosa". I premi SIF-Farmindustria sono stati istituiti nel 2000 con la firma di un protocollo d'intesa. E sono stati assegnati in totale a 220 ricercatori pubblici e privati. I nomi dei premiati di oggi: Paola Brivio, Università degli Studi di Milano, Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari; Claudia Ceci, Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Dipartimento di Medicina dei Sistemi; Vanessa D'Antongiovanni, Università degli Studi di Pisa, Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale; Agnese Graziosi, Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie; Natascia Guida, Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Neuroscienze, Scienze Riproduttive e Odontostomatologiche; Francesca Lazzara, Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologiche; Giovanni Enrico Lombardo, Università Magna Graecia di Catanzaro, Dipartimento di Scienze della Salute; Elena Lucarini, Università degli Studi di Firenze, Dipartimento NEUROFARBA; Maria Giovanna Lupo, Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Medicina; Federica Raucci, Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Farmacia. – foto ufficio stampa Farmindustria – (ITALPRESS). fsc/com 19-Nov-22 13:13

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calenda “Manovra vuota, tralascia sanità ed evasione fiscale”

Articolo successivo

Mondiali2022: Iran. Queiroz “Testa sul calcio,abbiamo bisogno di gioia”

0  0,00