Il lavoro c’è, gli stipendi decenti no, le specializzazioni nemmeno

Oltre mezzo milione di nuovi assunti solo a gennaio, 1,3 milioni nel primo trimestre, un bel +10% rispetto al 2022: mica male le proiezioni  sul lavoro di Unioncamere e Anpal per il nuovo anno. Peccato solo che dietro i numeri da titolo in prima pagina si nasconda un problemuccio che rischia di ridurre di molto quel 500mila, forse anche della metà: rischiano di essere molto minori, forse addirittura la metà, perché le aziende non riescono a trovare un lavoratore su due. Il problema non sta certo nella scarsità dei cittadini in età da lavoro: secondo gli ultimi dati Istat in … Leggi tutto Il lavoro c’è, gli stipendi decenti no, le specializzazioni nemmeno