Virusdocet. Dalle “razze” nate col contagio alle razze del dopo-contagio

In vista della ripartenza sociale, economica e psicologica, che sarà ovviamente a diesel, le “nuove razze” del post-contagio, dovranno necessariamente fondersi con quelle del contagio. Al momento, vive e vegete. Dall’inizio dell’emergenza, abbiamo assistito al moltiplicarsi degli “Apocalittici”: quelli che hanno visto nel Coronavirus una punizione divina per i nostri peccati, o una punizione per […]

Continua a leggere

Virusdocet. Caro Porro, noi italiani scimmie ammaestrate, ma per cosa?

La puntata di ieri di Quarta Repubblica, ha avuto il merito di non fermarsi allo psicodramma del presente, motivato ovviamente da una paura e da un senso di insicurezza veri, ma di iniziare a proiettarsi verso il futuro, cioè la ripartenza economica e gli effetti psicologi del Coronavirus. E su quest’ultima parte vorrei soffermarmi, il […]

Continua a leggere

Virus docet. Chiese aperte, quello che non capisce Fiorello

Io ho un’immensa stima per Fiorello, il suo carisma, la sua capacità artistica. E’ forse oggi il più grande in Italia. Sa cantare, ballare, ironizzare, intrattenere, riesce ad avere un feeling straordinario con i suoi amici e ospiti, facendoli diventare tutti “fiorelli”. Sa tenere la scena, interpretare con estrema intelligenza una filosofia “nazional-popolare” che l’ha […]

Continua a leggere

Virus docet. Rai, le cose che non dice. Floris, le domande che non fa

Adesso la preoccupazione di tutti gli osservatori e gli esperti è che inesorabilmente, inevitabilmente, la gente comincerà a mollare. Già nei momenti più coercitivi, di fronte a una comunicazione (le misure del governo annunciate urbi et orbi a tarda sera), oscillante tra l’autoritario e il liberale, col risultato di essere incomprensibile, gli italiani brillavano per […]

Continua a leggere

Virus docet. Conte, Salvini, Trump, Johnson, sbagliano comunicazione

Cosa non funziona nella comunicazione dei leader politici di governo e di opposizione in questo momento? Un vulnus li affligge, e la cosa non riguarda solo l’Italia. Il virus è globale, come i suoi effetti e come dovrebbero essere le risposte da parte degli Stati, della Ue, del mondo. E’ un problema di diagnosi del […]

Continua a leggere

Virus docet. Il Papa, il re (il barbiere) e la presa della Bastiglia

Cronache da Coronacity. Nonostante la storia che cambia, modifica, stravolge tutto, proprio nei momenti di crisi (guerre, pestilenze, rivoluzioni, recessioni economiche), le cose che contano, i simboli tradizionali, il Dna delle nazioni, le agenzie di senso più profonde, restano in piedi. Anzi, recuperano terreno. Tornando al centro della società. A chi si rivolge il popolo […]

Continua a leggere

Virus docet. Il 27 aprile ci sarà la rivolta degli scoppiati e degli spossati?

Il 27 febbraio vivevamo su Marte. C’erano tante razze storicamente consolidate e date per scontate: i nevrotici, i talebani dell’uscita, i carrieristi, i fanatici del lavoro, i compulsivi del sesso, gli amanti e traditori seriali, gli psico-motori, tutta corsa nei parchi, musica e movimento, i narcisi indomiti finto-sociali e socievoli, i dipendenti da ogni forma […]

Continua a leggere

Virus-docet. Ecco i 10 misteri della fede e del contagio. Quale verità?

Conte nel suo intervento di oggi al Senato ha detto che “il virus è come il vento, non ha confini”. Ha ragione, anche i misteri del contagio non hanno confini, sono come il vento. E di misteri, da quando siamo in autoisolamento, ce ne sono stati, ce ne sono e ce ne saranno parecchi. Vediamo […]

Continua a leggere

Virus-docet. Ora i sovranisti stanno a sinistra e i libertari a destra

Si chiama eterogenesi dei fini. La realtà molto spesso, rovescia le nostre intenzioni. Ci obbliga noi malgrado a un cambiamento radicale, a modificare tutte le nostre certezze. Ma le rivoluzioni copernicane possono assumere anche forme grottesche e comiche. Ad esempio, prima lo scontro culturale, politico, in Europa e nel mondo, vedeva essenzialmente due fronti, due […]

Continua a leggere