Catanese flagellato: è ancora bomba d’acqua. Maltempo in tutta Italia – VIDEO

Politica Video de Lo Speciale

Condividi!

Una nuova bomba d’acqua ha coinvolto la provincia di Catania. Era già stato indicativo il tweet dei Vigili del Fuoco: “Quando la mano che ti aiuta è quella di un amico. I sommozzatori dei #vigilidelfuoco di #Catania aiutano la squadra in difficoltà sulla SS417 durante l’alluvione di ieri. Perché spesso il nostro lavoro comporta rischi da affrontare”. Ma ci risiamo. Ieri i Vigili del fuoco hanno inviato sul posto i sommozzatori per recuperare alcune persone rimaste con le auto in panne.

La Statale che collega il capoluogo etneo alla città di Gela è stata chiusa al transito nel territorio di Mineo a causa della presenza di acqua e fango sulla sede stradale.

Chiusa al traffico anche al Statale 194 ‘Ragusana’, nel territorio di Catania spiegano agenzie di stampa.

Nonostante la situazione meteo drammatica, l’Anas è al lavoro per ripristinare la normale circolazione. A Palermo ieri c’è stata una riunione del governo regionale convocata d’urgenza dal presidente della Regione Nello Musumeci per monitorare gli interventi che da adottare in relazione all’alluvione. Il governatore infatti ha seguito l’emergenza in corso attraverso la protezione civile regionale, mentre fango e detriti continuano a scorrere sulle strade come se le strade fossero letti di fiume.

Ma non solo Catania è flagellata.

Una tempesta di vento e pioggia ha colpito il Riminese nel pomeriggio di domenica, con una tromba d’aria che si è abbattuta sull’autodromo di Misano Adriatico, dove era in corso una gara automobilistica della ‘Peroni Race’. Il vento ha creato danni ad alcune strutture mobili montate per l’occasione e ha fatto volare un telone che copriva la tribuna, rimasta priva di copertura in un momento in cui non c’erano persone. E anche qui i vigili del fuoco hanno lavorato duro per ristabilire la normalità.

A Roma si parla addirittura di apocalisse. Forti piogge, grandine e vento con tanto di automobilisti che sono rimasti bloccati tra fiumi di acqua e fango che scorrevano. Addirittura le stazioni della metro si sono allagate e per questo sono rimaste chiuse.

E la sindaca Raggi su Facebook ha chiesto scusa: «Questa notte si è abbattuto su Roma un violento temporale con forti grandinate che ha causato diversi allagamenti in alcuni quartieri della Capitale, in particolare nel quadrante est. Siamo subito intervenuti con volontari, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Polizia Locale, e squadre del Simu e dell’Ama. Abbiamo prontamente riunito il COC, Centro Operativo Comunale, per coordinare al meglio le operazioni. Ringrazio tutte le squadre che questa notte lavoreranno senza sosta sul territorio per ripristinare più velocemente possibile la normalità. Ci scusiamo sin d’ora per i disagi».

Preparatevi nei prossimi giorni a un calo delle temperature di  8-10 gradi.

 

Tagged

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.