Fra Renzi, Toti e Lorenzin, la mappa degli spostamenti

Sono giorni intensi questi nel Parlamento italiano fra scissioni e riposizionamenti, tanto nell’area della maggioranza che in quella dell’opposizione. Come riporta Repubblica sono 41 i parlamentari saliti sul carro dell’ex premier Matteo Renzi, pronti a seguirlo nella nuova avventura di Italia Viva. C’è chi è convinto che presto il gruppo renziano conterà oltre cinquanta fra […]

Continua a leggere

Centro2.0. Conte, Berlusconi, Renzi, Calenda: è iniziata la guerra di occupazione

Centro di gravità permanente oppure ombelico del “mondo”. Sparito dai luoghi geografici e politici della cosiddetta seconda e terza Repubblica, sta inesorabilmente tornando di moda. Dalla Dc “partito unico dei centristi” ai “centristi negli altri partiti”, questo luogo è stato sempre visto come il viatico e il portafortuna per far vincere i poli contrapposti. E […]

Continua a leggere

Eutanasia, come fermarla: domani convegno in Vaticano

Domani, 20 settembre ricorre  la giornata dedicata alla riflessione sul fine vita. Medici e rappresentanti dell’associazionismo provenienti da USA, Canada, Regno Unito, Svezia si confronteranno sullo “stato dell’arte” delle rispettive legislazioni. Per l’Italia interverrà Toni Brandi, presidente di Pro Vita & Famiglia onlus, unica associazione italiana presente alla tavola rotonda. Eutanasia e suicidio assistito sono […]

Continua a leggere

Se Renzi… la nuova tendenza su twitter e le ipotesi del nuovo partito

“Non si fa politica con i risentimenti personali ma mettendo al centro il bene comune. Buon lavoro al nuovo Governo, viva l’Italia” è il tweet di Matteo Renzi che ben inaugura la settimana politica, prendendo in considerazione anche l’apertura di Dario Franceschini per le Regionali ad un asse con gli alleati di governo, i 5Stelle. […]

Continua a leggere

Pontida. Anatomia di un successo e di un fallimento. L’ombra di Silvio

E’ sicuramente stata la Pontida più partecipata di sempre. Ma urge una domanda: è stato un raduno (anche in vista del prossimo appuntamento romano di piazza San Giovanni), utile o inutile? L’amaro che lasciano queste mobilitazioni di massa, compresa quella della Meloni, il giorno della fiducia, si può raccontare, infatti, con due concetti: l’occasione perduta […]

Continua a leggere

Scuola e Università. Cosa ha fatto il governo gialloverde? La speranza è ora nel Conte-2

Da pochi giorni si è insediato il nuovo governo giallo – rosso e già spuntano le prime polemiche. Ma il “governo del cambiamento”, quello dell’intesa Lega-5Stelle, cosa ha fatto per i giovani? Specialmente per il mondo giovanile, non ci sono state tracce di fondi strutturali, di investimenti solidi nelle scuole, nell’università, nella ricerca o nell’innovazione. […]

Continua a leggere

Pd. Zingaretti tra il centro di Renzi e la sinistra civica (umbra) con Di Maio

Il Pd è sull’orlo di una crisi di nervi. Da anni gli italiani non sanno di quale partito si tratti: liberal-progressista, democratico clintoniano, social-democratico, radicale di massa? Un po’ tutto e un po’ niente. La “cosa rosa” si era già complicata con Renzi, ma è sembrata tornare nell’alveo della tradizione più doc con Zingaretti. Con […]

Continua a leggere

Pranzo segreto fra Silvio e Matteo. Fra Copasir e centro-destra

Cosa c’è dietro l’incontro riservato in pieno centro a Milano tra Silvio e Matteo? Si scrive centro-destra che verrà, ma si legge Copasir. Andiamo per ordine. Innanzitutto è un’operazione benedetta dall’azienda di famiglia e dalla Ronzulli, da sempre filo-Salvini. Ma l’apparenza non inganni. Neo-post-zarina di Arcore, la Ronzulli è al centro da mesi di una […]

Continua a leggere

“Nicola stai sereno”: parola di Maria Elena Boschi

“Il nuovo partito di Renzi non è all’ordine del giorno. Ma se il segretario del Pd Zingaretti avesse l’idea di riportare nel partito D’Alema e Bersani, dovremmo parlarne, scelte di un certo tipo comportano una discussione. Non abbiamo voglia di andarcene ma vediamo che succede”. Così ha risposto l’ex ministro Maria Elena Boschi, fedelissima dell’ex […]

Continua a leggere

Regionali, M5S dice no ad alleanze col Pd: per ora

Prove di intesa fra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle sul territorio. I dem accelerano, i grillini al contrario frenano. Il 27 ottobre si voterà in Umbria per eleggere il nuovo presidente della Regione. Il Pd parte molto svantaggiato a causa dei presunti scandali sulla sanità che hanno provocato la fine anticipata della giunta di […]

Continua a leggere