Salvini in Abruzzo fa boom. Le congratulazioni di Le Pen ma Macron…

“Il risultato spettacolare del candidato della Lega in Abruzzo dimostra il consenso degli italiani alla politica condotta dai nostri alleati. Bravo Matteo”. La presidente del Rassemblement National Marine Le Pen a commentare il voto in Abruzzo che vede la Lega vincere e superare ogni record nella Regione è la prima su Twitter. La leader dell’estrema destra francese ha […]

Continua a leggere

Sanremo. Mahmood usato contro Salvini e Ultimo solo secondo

E ti pareva che non vinceva Mahmood? Naturalmente nulla contro di lui, né contro la sua canzone (questioni di gusto, il ritornello per molti è orecchiabile in quanto ripetitivo, al limite del robotico; un ritornello in un testo comunque interessante, almeno opposto al mondo esistenziale di Achille Lauro), ma la riflessione va fatta sul messaggio. […]

Continua a leggere

Se Di Maio parla con i gilet gialli, Macron parla con Renzi e Fi

Italia vs Francia, Francia vs Italia. Dietro la nuova-antica guerra tra i due cugini-serpenti-coltelli, c’è un’ipocrisia e un’incapacità di capire la realtà attuale europea e non solo. E’ inutile negarlo: i due Stati, i due governi, parlano lingue diverse e assumono comportamenti opposti. La medesima differenza che c’è tra la Rivoluzione francese e Napoleone III. […]

Continua a leggere

Abruzzo. Nessun vecchio centro-destra. Ecco cosa farà Salvini

Effetto-Abruzzo. I disperati dell’opposizione mediatica e politica ora si aggrapperanno al centro-destra “vecchia maniera” per mettere in difficoltà il governo Conte. Non hanno altro. Quelli del Pd, poi, non si sono accorti che il partito è morto, nessuno li ha avvertiti, forse dovevano candidare Mahmood. Il ceto politico, ancora vicino a Berlusconi, spera di recuperare […]

Continua a leggere

Italia-Francia in guerra. Le condizioni di una pace impossibile

La cosa più sensata l’ha detta Di Maio. Visto che si parla tanto di libera circolazione degli uomini e delle merci (tradotto, il mito globalista e del cittadino del mondo), allora perché lamentarsi della libera circolazione delle idee? Ergo, possiamo dire la nostra su tutto. Sconfinando pure la forma diplomatica. Una bella prova di eterogenesi […]

Continua a leggere

10 Febbraio. Ecco perché le Foibe bruciano ancora

Domenica sarà un giorno speciale, che la cultura ufficiale tollererà, vivendolo come un mero incidente di percorso. Solo una ristretta minoranza, invece, lo ricorderà come un dramma nazionale. Stiamo parlando del 10 febbraio, la giornata delle Foibe, ossia il vulnus della nostra storiografia e della nostra politica. Gli istriani, i giuliani dalmati, il loro esodo, […]

Continua a leggere

Francia-Italia, cugini coltelli. La rete non dimentica

Francia-Italia, lo scontro è ad alta tensione. Ma da quando? Da quando gli italiani hanno deciso di non subire più accuse. Perché, diciamolo, i rapporti non sono buoni da tempo. Da poco il presidente francese aveva detto: “Il popolo italiano è nostro amico e merita dei leader all’altezza della sua storia”. Ma anche il vice […]

Continua a leggere

Berlusconi, Salvini e il centro-destra che fu. Ecco chi si suicida veramente

Nell’intervista concessa al Corriere della sera (a firma Francesco Verderami), c’è tutto il Silvio Berlusconi di oggi: nostalgico, inacidito e superato. Quello tra Salvini e il Cavaliere, ormai, è un matrimonio concluso, arrivato alla fine, che ha bisogno solo di essere certificato dal notaio, anzi dal giudice. Hanno ancora bisogno l’uno dell’altro, ma unicamente per […]

Continua a leggere

Come parla la rete della 2° serata di Sanremo? La satira più divertente

Per Claudio Baglioni è il Festival da fare cantando. La rete se ne accorge e non lo “perdona”, iniziano a riderci su e come solo lei sa fare. Prima di proseguire a raccontare la seconda serata di Sanremo, ecco alcuni piccoli esempi: Cinque minuti di pausa dalla gara, Baglioni: #Sanremo2019 pic.twitter.com/PfSxaAF3wA — Eli (@EliMt_) 6 […]

Continua a leggere

Padre Dall’Oglio vivo e presto libero? L’Isis sta cercando l’accordo

La notizia del giorno la batte il Times: l’Isis cerca l’accordo in cambio del rilascio di padre Dall’Oglio, scomparso il 29 luglio del 2013 in Siria. A quasi 6 anni dal suo rapimento, qualcosa si muove e non sembrano le solite voci messe in giro per dare attenzione al noto Gruppo terroristico. I jihadisti del […]

Continua a leggere