Conte e la Ue. Chi sono i veri lobbisti, burattini e burattinai?

Gli eserciti sono schierati. Ormai non c’è più nulla da fare. E le distanze in vista delle prossime elezioni europee aumenteranno, si ingigantiranno. Eserciti non solo politici, culturali, economici, ma anche e soprattutto mediatici. Prendiamo ad esempio, il Corriere della sera di ieri. Di fronte al processo ideologico, di fronte all’attacco senza precedenti nei confronti […]

Continua a leggere

Soros vede la distruzione dell’Europa. E la profezia piace ai sovranisti

George Soros,  il miliardario americano-ungherese, vede l’Apocalisse: “Europa verso la distruzione, e la Lega…”. La denuncia arriva in un editoriale firmato il 13 febbraio sul quotidiano progressista britannico The Guardian, e la dice lunga sull’attenzione che le prossime elezioni destano nel mondo. La sua è proprio una sirena di allarme per quella che definisce “una sicura […]

Continua a leggere

Verhofstadt, parla Meluzzi: “Chi sono oggi i liberali in Europa”

Durissimo attacco del leader dei liberali dell’Alde, Guy Verhofstadt al premier Giuseppe Conte durante il dibattito all’Europarlamento. “Per quanto tempo ancora sarà il burattino mosso da Di Maio e Salvini? Io amo l’Italia ma oggi mi fa male vedere la degenerazione politica di questo Paese, iniziata 20 anni fa con Berlusconi e peggiorata con questo governo” […]

Continua a leggere

Parla l’economista Galloni: “Futuro dell’euro ad alto rischio. Come salvarci”

Nei giorni scorsi ha fatto molto discutere un intervento del vicedirettore del Corriere della Sera Aldo Cazzullo molto critico verso l’euro. Il noto giornalista ha sostenuto che a vent’anni dall’entrata in vigore della moneta unica c’è poco da festeggiare perché per l’Italia gli svantaggi sono stati enormi. Lo Speciale ha chiesto un commento in merito […]

Continua a leggere

Ue-Italia, parla l’economista Bifarini: “Vi spiego perchè è il momento dell’Italexit”

Dopo la bocciatura definitiva della manovra da parte della Commissione europea con la prospettiva dell’apertura della procedura d’infrazione contro l’Italia per deficit eccessivo, da più parti ci si chiede quale strada percorrere. A questo punto, cosa converrebbe fare? Scendere a patti con Bruxelles come sembrerebbe chiedere il ministro degli Affari europei Paolo Savona, o andare […]

Continua a leggere