Usa, Midterm: i risultati delle elezioni e i record. “Democrat con Camera”

Esteri Politica

Condividi!

Le elezioni di metà mandato negli Stati Uniti si possono riassumere così: i “Democratici con Camera” dopo otto anni e i Repubblicani fortissimi al Senato. E più di cento donne elette!

A spoglio quasi completo, escono i primi dati, quelli che vogliono il Partito Democratico con 230 seggi (prima erano 193) alla camera, contro i circa 200 dei Repubblicani (che ne avevano 235) con 51 senatori rispetto a 44.

A livello nazionale, i Democratici sorpassano i Repubblicani di 8 punti percentuali, ma il disegno dei collegi uninominali ha “tradotto” questo scarto in soli 30 deputati.

Passiamo ai candidati: la più giovane deputata è Alexandria Ocasio-Cortez, Democratica 29enne eletta a New York che supera ogni record in assoluto. Poi c’è la prima musulmana, Rashida Tlaib in Michigan e il Massachusetts elegge la democratica afroamericana che balla «Respect» di Aretha Franklin.

Vale la pena ricordare che si votava solo in un terzo degli stati americani, dove scadeva il mandato dei loro delegati (due per Stato), che dura sei anni.

Sorprendente il dato di Ted Cruz che ha trovato un nemico valoroso tra i Democratici, tale Beto O’Rourke che lo ha inseguito a vista.

Eppure Donald Trump è contento e come al solito usa Twitter parlando di “enorme successo”. Anche se non potrà contare su due Camere a maggioranza repubblicana come è stato finora, no si tratta di una sconfitta essendo quella democratica un’opposizione che sarà più mediatica che pratica, essendo difficile da realizzare.

 

Tagged

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.