Carnage: lezioni di stile

News

Condividi!

Roman Polansky confeziona quest’opera come una bomba ad orologeria, vera e propria prova di forza per gli attori che la interpretano, le coppie Jodie Foster- John C. Reilly Vs Kate Winslet-Christoph Waltz.
Basata sulla piece teatrale “ Il Dio del massacro” di Yasmina Reza, la storia prende inizio da una lite al parco dove un ragazzino di 11 anni colpisce al volto un suo coetaneo.
I genitori, due coppie di Brooklyn, s’incontrano per dirimere civilmente la questione. All’iniziale gentilezza dei convenevoli fra le coppie, subentra a poco a poco, l’ipocrisia e la finzione incarnati da certi luoghi comuni, la comprensione reciproca si trasforma in frustrazione e rabbia.
Nessuno ha veramente interesse a risolvere il problema dei figli, nessuno vorrebbe essere lì in quel momento.
Le convenzioni e i clichè della perfetta famiglia si sciolgono come neve al sole col passare del tempo e l’aumentare dei drink.
E proprio il tempo, o meglio i tempi del film congegnati ad arte da Polanski, (lo squillo del BlackBerry dell’avvocato in carriera Alan Cowan, padre del teppista ne è un esempio), rendono quest’opera irresistibile.
Un’inchiesta sull’animo umano, conteso tra la difesa del prorpio io ed il bene comune, a voi indovinare il vincitore… Girato interamente in un appartamento a parte i piano sequenza iniziali e finali sul parco, quest’opera dimostra che la vera forza del cinema sono e rimangono le idee!
Per finire una curiosità, sebbene il film sia ambientato a New York, le riprese sono state effettuate interamente a Parigi dato che Polansky non può accedere negli Stati Uniti a causa del ormai noto mandato di cattura risalente agli anni settanta.

Vittorio Zenardi

Vittorio Zenardi
Direttore Responsabile