“Il grande Gastby” di Fitzgerald torna al cinema per la quarta volta.

News

Condividi!

 

Cast stellare per la quarta trasposizione cinematografica del capolavoro di Francis Scott Fitzgerald, Il grande Gatsby, in uscita il 16 maggio per la regia di Baz Luhrmann che torna sul grande schermo dopo capolavori come il musical Mouline Rouge e il kolossal Australia.

Leonardo DiCaprio, Tobey Maguire, Carey Mulligan, Jason Clarke e Isla Fisher, riivivono la tragica notte d’amore e passione raccontata da Fitzgerald nalla New York degli anni ‘20, quando la vita vera si svolgeva nei bar segreti in cui si suonava il jazz e s’incontrava gente di ogni tipo, tutto luccicava prima della grave crisi del ‘29.

Come il libro, il film è ambientato durante l’estate del ‘22,  Nick e Gatsby sono vicini di casa. Il primo è un uomo semplice, lavora in borsa è ha un modesto stipendio, non conosce il lusso né lo desidera da uomo sano di prinipi quale è. Gatsby al contrario è un uomo misterioso, ha una vita fatta di sfarzi e di feste organizzate nella sua elegante dimora, dove c’è sempre qualcuno che balla al ritmo del jazz.

Presto le vite dei due uomini si incrociano, nel momento in cui Nik viene invitato ad una delle famigerate feste del vicino, di cui da quel momento in poi diventa il più stretto confidente.

È cosi che Nik si ritrova catapultato in un mondo lontano dal suo, quello dei super-ricchi, fatto di feste folli, tradimenti, inganni e amori impossibili, uno in particolare: quello tragico tra sua cugina Daisy e Gatsby.

Per chi non avesse mai letto il romanzo, un consiglio, anzi due: il primo, quello di leggere questo capolavoro letterario, capace oggi più che mai di far riflettere sulla condizione dell’uomo e in grado di raccontare un amore cosi struggente con una malinconia tale che solo chi ha provato quelle sensazioni può descrivere così bene (non per niente per molti il romanzo è autobiografico). Il secondo consiglio, per coloro che vedranno il film, è di dare particolare attenzione alla figura di Nik (Tobey Maguire) a cui è affidato l’intero racconto. Si spera che l’eterno Spiederman sappia rendere giustizia al personaggio, Leonardo Di Caprio non ha certamente bisogno di presentazioni, mentre il compito forse più duro spetta a Carey Mulligan che, sconfitta la concorrenza per il ruolo di Daisy (tra cui Anne Hathaway), dovrà essere in grado di reggere il confronto con l’indimenticabile Mia Farrow interprete di Daisy nella trasposizione del ‘74 di Francis Ford Coppola.