Lavoro e impresa, l’Italia non è un paese per giovani

1 minuto di lettura
Giovani generazioni sempre più marginalizzate in Italia e con sempremaggiori difficoltà occupazionali. Tra il 2000 e il 2019 gli occupati nella fascia d’età 15-34 anni sono infatti diminuiti di 2 milioni e mezzo e, nello stessoperiodo, è aumentata dal 40 al 50% la quota di giovani che non lavorano enon cercano un’occupazione. È quanto emerge da un’analisi dell’Ufficio Studi Confcommercio sulle giovani generazioni in Italia negli ultimi vent’anni.
abr/mrv/red
Articolo precedente

Poste, Del Fante “Risultati frutto spirito di squadra”

Articolo successivo

Tg Sport – 4/8/2021

0  0,00