Distrofie muscolari, i vantaggi del nuovo registro nazionale

1 minuto di lettura


Per supportare standard ottimali di diagnosi e assistenza, favorire l’inserimento dei pazienti e contribuire agli studi epidemiologici, è nato il primo registro italiano dei pazienti con distrofie muscolari e miopatie. Il progetto sarà coordinato a livello nazionale da Adele D’Amico del Centro Malattie Muscolari e Neurodegenerative dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, che sarà anche curatrice dei dati sulle distrofie muscolari congenite.
mgg/mrv/red
Articolo precedente

Lavoro, 257mila assunzioni previste dalle imprese ad agosto

Articolo successivo

J-Ax torna con il nuovo album “Surreale”

0  0,00