Bologna, il soldato Martin riabbraccia i “bimbi del ‘44”

1 minuto di lettura


“Wonderful, wonderful welcome”. Non si stanca di ripeterlo il soldato Martin Adler che all’aeroporto Marconi di Bologna ha riabbracciato, dopo 77 anni, i fratelli Bruno, Mafalda e Giuliana naldi. Adler salvò e fotografò a Monterenzio, sull’appennino Bolognese nell’ottobre 1944, i tre fratelli, all’epoca di 5, 7 e 3 anni e oggi nonni come lui. I piccoli si nascosero dentro una cesta e solo per un soffio Adler non sparò, sentendo dei rumori. Tanta commozione in aeroporto per l’incontro tra Adler e i tre fratelli.
sin/sat/mrv
Articolo precedente

Covid, 4.168 casi e 44 morti: aumentano ricoveri e terapie intensive

Articolo successivo

Covid, Speranza “Non sprechiamo crisi, bisogna investire su Ssn”

0  0,00