Crollo del turismo in Europa nel 2020, -52%

1 minuto di lettura


Nel 2020 l’industria del turismo ha risentito in maniera profonda della pandemia: il numero di notti trascorse negli esercizi ricettivi dell’Unione europea è diminuito del 52% rispetto all’anno precedente. Lo rivela Eurostat. Quasi assenti i flussi turistici in primavera, la distribuzione si è spostata verso i mesi estivi con l’allentamento delle restrizioni.
sat/mrv/red
Articolo precedente

La variante delta rallenta la ripresa Ue

Articolo successivo

Tajani “In Afghanistan sconfitta dell’Occidente”

0  0,00