A Milano la mostra “Ulteriori gradi di libertà”. I materiali poveri diventano opere d’arte

1 minuto di lettura


Otto opere realizzate con materiali poveri come cemento, ferro e lamiera, per riconnettere materie usurate e abbandonate con la loro bellezza: sono le protagoniste della mostra di Francesca Leone “Ulteriori gradi di libertà, nella città che resiste”, curata da Andrea Viliani e ospitata nelle Gallerie d’Italia in Piazza Scala, il museo di Intesa Sanpaolo a Milano, dal 10 settembre al 7 novembre.
bla/abr/gtr
Articolo precedente

Agricoltura, a Sanatech biologico e innovazione insieme

Articolo successivo

Motomondiale: Insidia Marquez per Quartararo, debutto Vinales in Aprilia

0  0,00