L’editing genomico contro la distrofia miotonica

1 minuto di lettura


Una strategia di editing genomico è risultata in grado di
correggere il difetto che sta alla base dell’insorgenza della
distrofia miotonica di tipo 1. È stata messa a punto dal CNR e dalla “Gruppo San Donato Foundation”, in collaborazione con il Policlinico San Donato, grazie a un finanziamento della Fondazione Telethon.
col/sat/red
Articolo precedente

Terza dose in gravidanza e allattamento, nuove linee guida

Articolo successivo

Inter-Lazio a Pairetto, Massa arbitra Roma-Juventus

0  0,00