Il Parlamento Ue dice sì alla trasparenza salariale

1 minuto di lettura


Le aziende dell’Unione Europea con almeno 50 lavoratori dovranno vietare le condizioni contrattuali che impediscono ai lavoratori di divulgare informazioni sulla loro retribuzione. È quanto prevede una proposta approvata dal Parlamento Europeo per il negoziato con il Consiglio Ue per combattere i divari di genere negli stipendi.

alp/sat/gtr

Articolo precedente

I costi sociali della stagflazione

Articolo successivo

Ucraina, Shevchenko “Vogliamo essere parte dell’Europa”

0  0,00