Pil, i piccoli comuni motore dell’economia produttiva

1 minuto di lettura


Sono i piccoli comuni il motore dell’economia produttiva italiana. Nelle amministrazioni con meno di 20 mila abitanti, infatti, è collocato il 41% sia delle imprese italiane sia del totale dei lavoratori dipendenti che, in questo caso, non include gli occupati nel pubblico impiego. In questa classe si “produce” il 39% del valore aggiunto nazionale.
fsc/gsl
Articolo precedente

A giugno debito pubblico in crescita

Articolo successivo

Eurozona, in aumento la produzione industriale

0  0,00