Cibo mal conservato, sequestro per 1,3 tonnellate a Scilla

1 minuto di lettura


Il Nas di Reggio Calabria e I Carabinieri di Scilla hanno denunciato in stato di libertà il rappresentante legale di due stabilimenti balneari della nota località turistica dello Stretto di Messina. Sequestrati 1.300 Kg di alimenti in cattivo stato di conservazione.
gtr/pc
Articolo precedente

Gruppo Cassa Centrale, primo semestre 2022 in forte crescita

Articolo successivo

Sci alpino: Allenamenti Bassino, Brignone e Goggia in Argentina

0  0,00