Imprese, tra fallimenti e liquidazioni persi 81 mila posti di lavoro

1 minuto di lettura


ROMA (ITALPRESS) – Tra fallimenti e liquidazioni volontarie, nei primi sei mesi del 2023 in Italia sono andati persi 81.000 posti di lavoro e oltre 1 miliardo di euro di valore aggiunto, oltre a 2,5 miliardi di debiti finanziari e 1,8 di debiti commerciali. È quanto emerge da uno studio Cerved, secondo cui per la prima volta dopo un anno e mezzo in continua decrescita, nel secondo trimestre del 2023 sono tornati ad aumentare i fallimenti delle imprese italiane, mentre le liquidazioni volontarie hanno visto un’impennata, +26%.

sat/gtr

Articolo precedente

Illecita assegnazione di alloggi popolari, tre arresti a Salerno

Articolo successivo

Pnrr, via libera Ue alle modifiche sulla quarta rata

0  0,00