Le pillole digitali di AIDR. Covid 19 – La transizione digitale la nuova sfida

Quali sono le strategie migliori per attuare la trasformazione digitale? Bastano gli investimenti tecnologici e l’utilizzo di piattaforme informatiche o servono degli investimenti consistenti in termini di cultura e di consapevolezza, attraverso i quali superare quelle resistenze al cambiamento, che hanno sempre frenato le grandi rivoluzioni dell’umanità? La tecnologia è solo un mezzo per attuare […]

Continua a leggere

Vivere di smart working, morire di smart working

Per oltre dieci anni, sono stato un accanito sostenitore dello smart working. Mi sono speso in ogni modo, tra convegni e discussioni interminabili con colleghi e dirigenti, per cercare di convincere i più ostinati a cambiare idea, a mettere in discussione la subcultura, le logiche paludose, i modelli lavorativi superati e quell’opinione distorta che confondeva […]

Continua a leggere

Lo smart working e il mito della Fata Morgana

Avete presente il mito della Fata Morgana, quello da cui prende nome il fenomeno fisico visibile da Reggio Calabria? Si tratta di una specie di miraggio, che ingrandisce Messina e la proietta talmente vicina alla Calabria da illudere i calabresi di poterla toccare, allungando una mano. Si chiama “effetto Fata Morgana” perché la leggenda vuole […]

Continua a leggere

Incompetenze digitali, tutto quello che avresti voluto sapere (e che nessuno ti ha mai detto)

Parlare di competenze con qualcuno è un po’ come parlare di politica o di calcio: ognuno ha un’opinione personale, più o meno fondata, che è pronto a sostenere energicamente ricorrendo ad affermazioni spericolate e strategie fantasiose. Parafrasando Gaber, si potrebbe dire che gli italiani al bar sono tutti esperti di competenze, ma quando vengono interrogati […]

Continua a leggere

Trasformazione digitale: istruzioni per l’uso

In principio era il papiro. Per quasi quattromila anni è stato l’unico materiale attraverso il quale scrivere e tramandare la storia dell’umanità. Nell’anno 105 d.c., in Cina, Ts’ai Lun trovò il modo per fabbricare, «con vecchi stracci, reti da pesca e scorza d’albero », un nuovo materiale scrittorio agevole da produrre e da utilizzare, di […]

Continua a leggere