En e Xanax, nel nuovo singolo di Samuele Bersani non sono due farmaci ma una storia d'amore

Musica

Condividi!

E’ in vendita su i-tunes dallo scorso 30 agosto il nuovo singolo di Samuele Bersani, “En e Xanx”, ultima creatura del cantante che anticipa l’uscita del suo nuovo disco, prevista per martedi 10 settembre, “Nuvola numero nove”.

Una canzone che sta molto a cuore al nostro Samuele, a cui è legato tantissimo come spiega lui tesso dalla sua pagina di facebook, mostrando una fotografia di un tatuaggio che riprende il titolo della canzone: “Per essermi tatuato per la prima volta in vita mia, significa che “En e Xanax” è per me una canzone veramente Speciale…” sono le parole che l’artista ha scritto in allegato alla foto sopracitata.

Per chi non lo sapesse, “En” e “Xanax” sono due medicinali utilizzati per combattere l’ansia, ma se qualcuno pensa che la canzone per questo siano un inno ai farmaci sbaglia. En e Xanx in questo caso sono i nomi utilizzati per i due innamorati che forse, se non fosse stato per i loro attacchi di panico, non si sarebbero mai incontrati, ma insieme trovano la forza di combattere le loro paure.

Bersani ci racconta questa canzone come il culmine di un innamoramento (il suo), iniziato a marzo quando a Bologna, mentre in filodiffusione al tramonto passavano Cara di Lucio Dalla, ha incrociato lo sguardo di una ragazza, e da li è iniziato tutto.

La storia, raccontata in un’intervista a radio Deejay, sembra un romanzo d’amore: “Dopo aver incrociato i nostri sguardi, lei mi ha inviato la sera una e’mail. Abbiamo iniziato a scriverci di notte, perché di giorno lavoravo. Ci scrivevamo tanto, credo di aver superato le 180 lettere. Le lettere sono state fondamentali perché ho trovato una persona che proprio mi allargava l’orizzonte. Mi sono letteralmente innamorato delle sue parole” è stato quanto affermato da Samuele durante l’intervista in cui ha svelato anche il motivo di scegliere il nome di due farmaci come titolo. Una sera lei gli ha detto “ho un problema e te lo devo dire: molte notti ho fatto fatica perché mi prendeva l’ansia, non riuscivo a dormire, ho preso l’En” e lui, con molta tranquillità, le ha risposto: “guarda anche io ho avuto mesi in cui ero davvero come una mosca nella plafoniera e ho preso lo Xanax” e lei con molto candore ha detto: “allora io e te siamo En e Xanax”, a quel punto la canzone era già nata.

Una chicca sul titolo del disco: “Nuvola numero nove” è la traduzione letterari di nine cloud, che in inglese sta per settimo cielo, stato d’animo che rispecchia attualmente quello di Bersani.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.