Shadowhunter: esce in libreria “Città del fuoco celeste”

Libri

E’ finalmente uscito in libreria l’attesissimo Shadowhunter- Città del fuoco celeste, ultimo capitolo della fortuna saga di Cassandra Clare conosciuta a molti anche con il titolo di The Mortal Instruments.
La storia, per i pochi che non lo sapessero, è di genere fantasy e racconta di un gruppo di adolescenti cacciatori di demoni intenti a combattere una lunga battaglia per salvare il mondo ed Idris, la città immaginaria da cui provengono tutti gli Shadowhunters, i cacciatori di ombre.
Ciò che ha reso questi libri una saga di successo è ancora una volta la piega romantica che prendono le avventure dei protagonisti: tra la caccia ad un demone, la lotta ai vampiri e l’amicizia con i lupi mannari, Clary, Jace, Alec, Isabelle e Simon sono entrati nel cuore dei lettori più che per le loro gesta per i loro sentimenti, per le emozioni che sono in grado di provare quando si tratta di amore e di amicizia. Del resto, i protagonisti sono pur sempre dei diciassettenni e tralasciare quest’aspetto della loro vita nei libri sarebbe stato un grande errore, capire che invece un bacio tra un vampiro e una shadowhunter può far sognare un lettore, decreta il successo sicuro.
Città del fuoco celeste inizia in un’ambientazione nuova: non più New York dove eravamo abituati a vedere i protagonisti ma a Los Angeles, vengono introdotti dei personaggi nuovi anche loro vittime di Sebastian, nemico comune a tutti gli shadowhunters.
Come in molti sapranno, la scelta di iniziare questo libro con l’introduzione dei personaggi di Emma e Julian è una scelta voluta e tutt’altro casuale: la nuova saga di Cassandra Clare riprenderà infatti proprio le storie di questi due nuovi shadowhunters, continuerà quindi a Los Angeles 5 anni dopo gli avvenimenti che si svolgono in questo libro.
La nuova saga si chiamerà The Dark Artifices, per il momento però i milioni di fan sono conetrati più nello scoprire finalmente cosa succederà ai loro attuali beniamini.
Riusciranno Clary e Jace a stare finalmente insieme? Quale dei personaggi morirà e chi sopravvivrà? Sebastian verrà sconfitto?
Il merito di Cassandra Clare è quello di aver reso i libri sempre interessanti senza mai cadere nel banale e questo è stato possibile grazie all’attenzione che è stata riservata a ciascuno dei personaggi, non lasciando niente al caso, senza mai essere superficiale ma al contrario facendo maturare ognuno di loro di libro in libro. A chi li ha letti, sarà sicuramente venuto in mente il caso di Simon, partito come il classico ragazzo imbranato del liceo e finito con l’essere un vampiro temuto da molti.
Del resto, Shadowhunters era partita inizialmente come una trilogia ma, come ha affermato la stessa autrice, è stata proprio la voglia di dare più spazio a questo personaggio a far nascere nuove storie e a spingerla quindi a scrivere gli altri due libri.
Altro merito: quello di toccare argomenti che stanno a cuore a molti ragazzi, anche quelli più vicini all’età adulta che all’adolescenza. Come ad esempio l’amore omosessuale, il tradimento di un matrimonio, la fede nella religione.
Adesso non resta che scoprire come verrà scritta la parola fine e per i più nostalgici, consolarsi nell’idea che il mondo di Idris non svanirà con Jace e Clary, ma andrà avanti con una nuova saga.

Condividi!