/

«L’assassino del call center»: un cortometraggio contro il precariato

1 minuto di lettura
«L’assassino del call center» realizzato dagli autori Riccardo Napoli e Massimo Malerba racconta ironicamente il dramma di migliaia di lavoratori a rischio nel settore dei call center, in Italia sono 80 mila.
Il video promuove la manifestazione «Notte bianca dei call center» che si terrà a Roma il 21 novembre.
Un cortometraggio di due minuti, girato interamente a Catania (protagonisti gli attori Francesco Russo e Lucia Fossi) per denunciare il crescente fenomeno delle delocalizzazioni.
“Il tema del lavoro – spiegano Napoli e Malerba – non fa molta “audience”, purtroppo. Per questo abbiamo pensato di raccontarlo attraverso il registro del “noir”, del thriller, sperando in questo modo di trasmettere la problematicità del momento e di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla importante vertenza sindacale degli operatori dei call center. Lo abbiamo già fatto con gli altri due video realizzati in occasione di altre importanti manifestazioni sindacali (ultima quella nazionale della Cgil dello scorso 25 ottobre) con grande riscontro”.

Vittorio Zenardi

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Michael Jackson "Life, Death and Legacy" il 25 e 26 novembre al cinema

Articolo successivo

The Perfect Husband

0  0,00