Un mese di Expo: cosa vedere con poco tempo a disposizione

Viaggi e Turismo

Condividi!

Un mese fa, il giorno della festa dei lavoratori, dopo anni di progetti e preparazioni, Expo 2015 ha finalmente aperto le porte al pubblico: oltre 200mila visitatori presenti all’inaugurazione, più di 100mila quelli che ogni giorno, in questo mese, hanno visitato il sito espositivo.

Al costo di 39euro è possibile passare un’intera giornata tra i padiglioni dei paesi presenti all’evento, l’ esposizione è grande 1,1 milioni quadrati, ben 140 i Paesi presenti coi loro padiglioni per presentare le loro iniziative nel rispetto del tema “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”. Considerate le code che ci sono, soprattutto nel week end, un giorno davvero non basta per vederlo tutto.

Le attrazioni che assolutamente vi consigliamo di non perdere se avete poco tempo a disposizione sono:

Il padiglione zero, dal fascino misterioso mixa storia, tradizioni e innovazione.

Il padiglione dell’Italia, un po’ per orgoglio un po’ per le storie che racconta: le eccellenze di ogni regione in materia di nutrizione e sviluppo, raccontate attraverso dei video. Dimostrazioni della bellezza che può esserci nel nostro paese, di come salvaguardarla, vengono anche raccontati i disastri e le tragedie che hanno afflitto l’Italia negli ultimi anni, e come risollevarsi da questi.

Il padiglione del Giappone, è davvero uno dei più belli ( e uno di quelli con più fila), alla fine c’è anche una sorta di cena virtuale fatta come un gioco, divertente ed educativa.

Lo spettacolo dell’albero della vita, con musica, colori e giochi d’acqua davvero emozionanti.

Curioso da vedere è anche il supermercato del futuro, costruito dalla Coop, sponsor ufficiale dell’Expo: tutti i prodotti in vendita sono proiettati su schermi led dove è possibile leggerne la provenienza e il costo. Dietro ai banconi non ci sono persone ma piccoli robot pronti a servirvi, casse quasi tutte automatiche. Un po’ terrificante in effetti, ci si proietta in un futuro dove sembra che le macchine possano sostituire quasi del tutto il lavoro dell’uomo, ma sicuramente curioso da vedere.

Acquistando il biglietto è anche possibile assistere allo spettacolo del Cirque du Soleil: biglietti di ogni fascia di prezzo, ne vale davvero la pena per la bravura degli artisti che si esibiscono.

Un giro tra i food truck dell’Olanda: i Paesi Bassi infatti non hanno costruito una vera e propria struttura ma hanno scelto di posizionare all’interno della propria area diversi food truck che servono cibo e bevande a suon di musica in una perpetua atmosfera di festa.

Non perdete una passeggiata sul Cardo, per ammirare tutte le eccellenze che l’Italia ha messo in campo, date un’occhiata anche agli eventi presentati dalla Coldiretti, spesso educativi e con degustazioni di prodotti davvero ottimi.

Particolare è anche il padiglione del Qatar, un viaggio attraverso la cultura di questo paese, per tutte le donne è anche possibile fermarsi e fare un tradizionale tatto all’hennè: innocuo e simpatico, andrà via nel giro di due settimane.

Tra i migliori posti dove poter mangiare vi consigliamo il padiglione dell’Argentina con dell’ottima carne e quello del Giappone del sushi, occhio al prezzo qui però, si può arrivare a spendere anche più di 100euro a persona.

Per il resto, Expo è tutto da visitare, sfruttate al meglio il vostro tempo e cercate di vedere più padiglioni possibili, hanno tutti qualcosa da offrire.

Gianluca Migliozzi

 

 

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.