ANIMAL KINGDOM ARRIVA IN TV

2 minuti di lettura

Dopo il successo al cinema del crudo thriller australiano, Animal Kingdom, girato nel 2010, il 7 giugno 2016  approderà su TNT la serie tv ad esso ispirata.
Inizialmente la  serie di Animal Kingdom era stata affidata  a Showtime  nel 2011, ma tutto finì in un nulla di fatto. Ora l’emittente TNT ne ha raccolto i resti ripartendo da capo. La storia della matriarca criminale “Smurf” Cody e della sua famiglia di gangster tornerà così a essere riproposta in una versione differente dal thriller australiano.
Lo showrunner Jonathan Lisco ha spiegato: “Il regista del film David Michôd è coinvolto nella serie tv. David ha indicato come fonte di ispirazione per il suo lungometraggio la famiglia Pettingill, clan criminale australiano sopra le righe. Credo che la matriarca abbia un occhio di vetro, visto che ha perso il suo per colpa di uno sparo esploso da dietro una porta. Questo è un esempio di come a volte la realtà superi la fantasia. La nostra madre sarà una donna che tratta i figli come bambini, e così facendo li rovina“.
Il Detective Nathan Leckie, intepretato nell’originale da Guy Pearce,  non comparirà fra i personaggi della serie. Nathan  Leckie era il punto di riferimento morale della storia, ma Lisco ha dichiarato che la legge non avrà un ruolo importante. La serie verterà sulle dinamiche interne alla famiglia più che sui suoi delitti.

V. Z.

 

 

Vittorio Zenardi

Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

NOVECENTO” DI ALESSANDRO BARICCO IN SCENA AL “TEATRO TRAETTA” DI BITONTO

Articolo successivo

La Toscana stanzia 600 mila euro per i corsi post laurea

0  0,00