Lights Out – La recensione

Cinema Recensione

Condividi!

Sinossi
Quando Rebecca se ne è andata di casa, pensava di aver lasciato dietro di sé le sue paure di bambina. Crescendo, non era mai sicura di cosa fosse reale e cosa non lo fosse quando le luci si spegnevano… e adesso il suo fratellino, Martin, sta vivendo gli stessi inspiegabili e terrificanti eventi che avevano già messo alla prova la sua sanità mentale e minacciato la sua sicurezza. Una spaventosa entità con un misterioso attaccamento alla madre, Sophie, è riemersa.
Ma questa volta, quando Rebecca arriva a pochi passi dalla verità, le loro vite saranno in pericolo… quando si spegneranno le luci.
Il film è prodotto da James Wan (Saw – L’enigmista, L’evocazione – The Conjuring, Fast & Furious 7).

Recensione

Diretto da  Lights Out – Terrore nel buio è il remake del cortometraggio del 2013 Lights Out, diretto dallo stesso Sandberg.
Diana, l’entità misteriosa che appare nel buio a tormentare i protagonisti risulta eccezionalmente credibile grazie alla prostetica, l’illuminazione e la maestria del direttore della fotografia Marc Spicer  e risulta una delle poche cose che si salvano del film che partendo da un soggetto accattivante non riesce mai a creare una vera suspense.
I colpi di scena “telefonati” i dialoghi non particolarmente sviluppati e un finale lungamente prevedibile fanno di questa opera prima un’occasione mancata.
Il film arriverà nelle sale italiane dal 4 agosto 2016.

Vittorio Zenardi

Tagged

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.