Trieste Film Festival: Vitalij Manskij e Cristi Puiu ospiti d’onore della 28° edizione

Cinema

Condividi!

Vitalij Manskij documentarista russo costretto oggi a lavorare lontano da Mosca per l’ostilità del suo governo, e  il padre del “nuovo cinema rumeno”  Cristi Puiu, saranno gli ospiti d’onore del 28. Trieste Film Festival che si svolgerà dal 20 al 29 gennaio 2017.
I due autori saranno protagonisti di due attese masterclass che permetteranno al pubblico di conoscere più da vicino il loro universo creativo che sta segnando il cinema contemporaneo.
Il Trieste Film Festival, diretto da Fabrizio Grosoli e Nicoletta Romeo è il primo e più importante appuntamento italiano dedicato al cinema dell’Europa centro-orientale, che continua a essere da quasi trent’anni un osservatorio privilegiato su cinematografie e autori spesso poco noti – se non addirittura sconosciuti – al pubblico italiano, e più in generale a quello “occidentale”.
Manskij racconterà il percorso che lo ha portato da Gagarin’s Pioneers. Our Motherland (2004), Virginity (2008) e Patria o muerte (2011), fino all’ultimo Close Relations (2016), il più “autobiografico” dei suoi lavori.
Per Vitalij Manskij si tratta di un ritorno a Trieste, a un anno dalla vittoria del Premio Alpe Adria Cinema per il miglior documentario con Under the Sun.
Per l’occasione, il festival ha deciso di dedicare al regista un omaggio, proponendo 8 titoli che attraversano la sua vasta filmografia
Cristi Puiu  per la prima volta al festival, sebbene il suo primo grande successo – The Death of Mr. Lazarescu – abbia vinto la 17. edizione nel 2006,  presenterà l’anteprima italiana del suo nuovo film, Sieranevada, in concorso allo scorso Festival di Cannes e in uscita nei prossimi mesi in Italia distribuito da Parthénos.
Per rimanere aggiornati sulla 28. edizione del Trieste Film Festival ecco gli account Facebook  e Twitter.

Vittorio Zenardi 

Tagged

Lascia un commento