Grammy Awards 2017, successo per Adele e Beyonce, Italia a mani vuote

Musica

La 59esima edizione degli Oscar della musica allo Staples Center di Los Angeles inizia con un omaggio di Adele a George Michael, con la canzone Fastlove. Solo pochi istanti dopo però la cantante s’interrompe:

‘Scusate, non posso fare come l’anno scorso. Scusate se sto sudando. Non posso andare avanti, per rispetto nei confronti di George Michael. Ricominciamo”.

Adele, tradita health-e-child.org dall’emozione, ha fermato tutti chiedendo di iniziare da capo l’esibizione del brano del 1996 scelto per rendere omaggio a Michael.
L’anno scorso sempre sul palco dei Grammy Awards, Adele aveva avuto alcuni problemi con il microfono ma non si era voluta fermare. Questa volta non si è ripetuta e alla fine della sua esibizione i presenti in sala le hanno tributato una standing ovation.
La cantante britannica si è aggiudicata ben 5 grammofonini d’oro, i più importanti: Best Record of the Year, Best Song of the Year e Best Pop Solo Performance per Hello, Best Album of the Year canadian pharmacy online e Best Pop Vocal Album per 25 (Greg Kurstin, il suo produttore, e’ stato inoltre premiato come Producer of the Year, Non-Classical).
Beyonce‘, Queen Bee si e’ fermata a quota due grammofonini d’oro (Best Music Video per Formation e Best Urban Contemporary Album per Lemonade) ma la sua performance entrerà nella storia della manifestazione.
Una esecuzione perfetta, come il il suo abito regale dorato, la presentazione fatta dalla madre di Beyonce’ e il pancione mostrato per la prima volta in pubblico dopo l’annuncio della sua canadian pharmacy online gravidanza di qualche giorno fa.
Nessun premio per Laura Pausini, Andrea Bocelli ed Ennio Morricone.

 

Condividi!

Tagged
Annalisa Barbier
Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, Dottore di Ricerca in Neuropsicologia con specializzazione in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale. Ho maturato un’esperienza presso strutture pubbliche come il Policlinico "Agostino Gemelli" e la Fondazione "Don Carlo Gnocchi" ed esercitando la libera professione. Dal 2006 ho accolto le tecniche di consapevolezza Mindfulness nella mia vita e nel 2004 sono diventata socio Fondatore e Segretario dell'Associazione "LA VOLPE NASCOSTA", nata per insegnare a riconoscere e gestire la manipolazione patologica. Dal 2016 collaboro presso l'INPS in qualità di Operatore Sociale/Esperto Ratione Materiae. Scrivo di psicologia, benessere e coppia per Lo Speciale per aiutare le persone a migliorare la loro vita attraverso un percorso di conoscenza, consapevolezza, crescita ed integrazione di sé.
https://www.psicoterapiapersona.it/quando-serve-lo-psicologo/dott-ssa-annalisa-barbier/