ROMA THEATRUM MUNDI – ASSEMBLEA CITTADINA PER IL TEATRO

Arte Cultura e Cinema

Condividi!

Si terrà Sabato 25 febbraio 2017 presso il  Teatro India I dalle ore 10 alle ore 18 con ingresso libero l’incontro pubblico con gli artisti e gli operatori della cultura e dello spettacolo della Capitale promosso da Graziano Graziani, Sergio Lo Gatto, Andrea Porcheddu, Attilio Scarpellini (PRE-OCCUPAZIONE – Gruppo di studio e di intervento per il teatro)
L’incontro sarà aperto dal direttore del Teatro di RomaAntonio Calbie chiuso dal vice Sindaco di Roma Capitale, Luca Bergamo.
L’obiettivo è quello health-e-child.org di allargare il dialogo fra realtà istituzionali e creatività indipendente, in uno scenario in trasformazione, all’insegna del dialogo e della condivisione per un nuovo sviluppo culturale della metropoli, nella quale la cultura dovrà svolgere un ruolo di traino e di rilancio.
Roma deve ridefinire la propria identità e missione tanto a livello locale, quanto a livello nazionale e internazionale. Di questa ridefinizione identitaria la cultura, le arti e i saperi non possono che rappresentare il cuore simbolico.
Qual è oggi il ruolo dell’arte all’interno del sistema generale della cultura?
Come avviare un nuovo dialogo fra le istituzioni e le istanze che gli artisti esprimono in ogni epoca?
Di quali nuovi canadian pharmacy online spazi e infrastrutture questo sviluppo necessità oggi?
Come si deve ridefinire una nuova politica culturale in cui la “crescita” si affianca alla conservazione e alla promozione del patrimonio?
Come possono contribuire ulteriormente a questa ridefinizione di sistema le forme del teatro a Roma?
Quale ulteriore contributo può offrire il Teatro di Roma e a quali ulteriori sviluppi e prospettive può ambire il Teatro Nazionale della Capitale?
Quali strumenti di politica culturale attivare per rispondere alle domande delle generazioni del teatro, che non da oggi chiedono spazi e tempi per la creazione, maggiori opportunità canadian pharmacy online di produzione, di scambio e di confronto tra i linguaggi e le urgenze di questo momento storico?
Come rilanciare possibilità di sinergia e crescita che sembrano farsi sempre più rarefatte?
Come investire sugli artisti del territorio e evitare la loro dispersione o rinuncia?
Quali strategie immaginare per allargare la partecipazione delle diverse comunità che compongo una città unica al mondo e che oggi appare sempre più frammentata? È possibile immaginare nuovi incubatori delle imprese artistiche? È possibile istituire forme integrate di reddito per gli artisti?
Come rendere meno precaria e legata a accadimenti estemporanei la creatività delle nuove generazioni.
Tutte domande utili per una corretta riflessione, un momento di denuncia ma sopratutto di dialogo per arrivare alla formazione di una assemblea cittadina per il teatro.

V.Z. 

Tagged

Lascia un commento