Nicola Piovesan: "ecco il mio piccolo Blade Runner"

Cultura e Cinema

Video intervista a Nicola Piovesan, regista indipendente veneziano che dopo i successi ottenuti con Of Your Wounds (Sulle tue Ferite), Deus in Machina e la recente vittoria ai Nastri d’Argento come miglior lavoro d’animazione per Life Sucks, sta girando il cortometraggio cyberpunk retro-futurista “Attack of the Cyber Octopuses” (L’Attacco dei Polpi Cibernetici).
Il film è ispirato al capolavoro di William Gibson “Neuromante” e alle più intriganti pellicole di fantascienza degli anni Ottanta, come Blade Runner, Terminator, Fuga da New York, Aliens, Akira e via dicendo.
La storia è ambientata a Neo-Berlin, nel 2079. Una città oscura e perennemente piovosa, gestita da grandi multinazionali, dove l’unico modo per gli abitanti di fuggire da quella realtà opprimente, è connettersi allo cyberspazio è farsi un “viaggio binario”, una sorta di droga cibernetica che frigge i neuroni ma che ti fa provare sensazioni straordinarie.

Vittorio Zenardi

Condividi!

Tagged
Vittorio Zenardi
Innamorato della settima arte, mi laureo in Lettere all'Università degli Studi di Firenze con una tesi in Storia e Critica del Cinema. La passione per il giornalismo mi porta a Roma dove collaboro con riviste cartacee e testate online che mi permettono di diventare prima Critico cinematografico SNCCI poi giornalista. Seguo come inviato i maggiori Festival internazionali, ho fondato l’Associazione Italian Digital Revolution dove ricopro il ruolo di Membro del Consiglio Direttivo e Responsabile del Sito e dei Social Media.