Addio a Jeanne Moreau, icona della Nouvelle Vague

Cinema In Rilievo

Condividi!

Si è spenta questa mattina all’età di 89 anni l’attrice Jeanne Moreau. E’ stata trovata senza vita alle 7:30 del mattino dalla sua governante nel suo appartamento in rue du Faubourg Saint-Honoré.  Passata alla storia del cinema per il suo ruolo in “Jules e Jim” di Francois Truffaut ha lavorato con i più grandi registi francesi e stranieri, tra cui Orson Welles, Wim Wenders, Malle, Antonioni.

Jeanne era nata a Parigi il 23 gennaio del 1928. Il padre era proprietario di un famoso ristorante a Montmartre, La Coche d’Or, la madre, Kathleen Sarah Buckley, era una ballerina inglese delle Tiller Girls che accompagnavano la Baker alle Folies Bergère. Per questo Jeanne era bilingue.

Quando le si chiedeva della sua imponente filmografia spiegava: “Non la chiamo carriera, per me è un modo di vivere, un dono. Ho sempre scelto di seguire artisti che ammiravo, rifiutando anche ruoli importanti. Per me è sempre stato così”. Il presidente francese, Emmanuel Macron, le ha reso omaggio: “Con lei – scrive in una nota  diffusa dall’Eliseo – scompare un’artista che incarnava il cinema nella sua complessità, la sua memoria, la sua ambizione”.

In Francia è l’unica attrice ad aver presieduto per ben due volte la giuria del Festival di Cannes, nel 1975 e nel 1995. Dal 1986 al 1988 è stata presidente dell’Académie des Césars, mentre dal 2003 è presidente di giuria del festival Premiers Plans dedicato ai giovani registi. Nel 2005 ha creato inoltre la scuola di cinema Les Ateliers d’Angers. Nel 1992 Jeanne Moreau riceve il Leone d’Oro alla carriera dalla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia mentre nel 1995 il Premio César onorario. 

V.Z.

Tagged