La Formula 1 delle auto elettriche arriva a Roma

Eventi

Condividi!

Roma ha presentato il suo primo gran premio elettrico. La Formula E sbarcherà sulle strade dell’Eur il 14 aprile 2018 con un circuito che offrirà un panorama unico.

La tappa romana sarà una delle undici in calendario nel campionato che partirà il 2 dicembre a Hong Kong per concludersi il 28 luglio 2018 a Montreal (le gare quest’anno verranno trasmesse da Mediaset). Un campionato che viaggerà in 5 continenti portando in giro per il mondo un messaggio preciso sul futuro della mobilità.

«Sono davvero molto soddisfatto, era un progetto ambizioso e complicatissimo. Finalmente si corona l’impegno di ACI che dal 2012 sostiene la Formula E e il suo E-Prix a Roma. Ho visto altri Gp, belli, ma sono in quartieri più periferici, a Roma no, si corre tra i monumenti», ha commentato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Aci. L’arrivo di un pilota italiano come Luca Filippi aiuterà ad avvicinare il pubblico. Ma vista la passione degli italiani per le corse, credo che un viaggio in quello che può essere il futuro, interesserà a molta gente. Siamo chiari la Formula E non è un’alternativa alla Formula 1, non potrà mai esserlo vista la differenza di prestazioni, ma può essere un’alternativa valida e interessante.

Al campionato di Formula E partecipano Audi, Ds (gruppo Psa), Jaguar, Mahindra, Renault e Venturi con Bmw, Mercedes e Porsche che hanno già annunciato il loro ingresso nelle stagioni successive. Tutti i costruttori, escluso quello nazionale, ci saranno. Tutti i costruttori, escluso quello nazionale, hanno in listino vetture elettriche o almeno ibride. Ma non vorrei tornare sull’argomento sul quale si è recentemente espresso Marchionne: «Stiamo lavorando sull’elettrico anche in Fca, ma non è la soluzione per il futuro. Stiamo lavorando su tutte le forme di auto elettrica, ma non possiamo ignorare alcuni elementi importanti. Abbiamo lanciato la 500 elettrica cinque anni fa in California: per ogni 500 elettrica venduta negli Usa perdiamo 20mila dollari. Prima di pensare che i veicoli elettrici siano la soluzione, dobbiamo considerare tutto il ciclo di vita di queste vetture, infatti le emissioni di un’auto elettrica, quando l’energia è prodotta da combustibili fossili, sono equivalenti a quelli di un altro tipo di auto». In questo senso, le auto elettriche sono un’arma a doppio taglio». Il mondo va in una direzione, Marchionne dall’altra. Ognuno ne tragga le sue conclusioni.

 

Tagged

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.