Milano, deraglia treno dei pendolari: 3 morti e feriti gravi – FOTO e VIDEO

Cronaca

Condividi!

Questa mattina, intorno alle 7, Un treno regionale è deragliato tra Segrate e Pioltello, alle porte di  Milano. Data l’ora  il convoglio era pieno di lavoratori e pendolari: Tre persone, tutte donne, sono morte. Almeno 10 i codici rossi e circa 100 le persone ferite lievemente. Il convoglio era partito da Cremona alle 5.32 e sarebbe dovuto arrivare a Milano Porta Garibaldi alle 7.24.  Immediatamente è stato lanciato l’allarme e sul posto sono intervenuti tutti i mezzi di soccorso disponibili dalla regione e anche da fuori. 

FOTO E VIDEO DEI SOCCORSI

Trenord, attraverso i propri canali social, ha spiegato subito dopo l’incidente che “a causa di un inconveniente tecnico in prossimità della stazione di Pioltello, che richiede un necessario intervento delle autorità competenti, la circolazione è al momento interrotta tra le stazioni di Treviglio e Milano”. Questo tipo di linguaggio burocratico di fronte a un incidente di tale portata, con vittime e feriti, ha scatenato le polemiche sui social.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI: 

La testimonianza di un passeggero – “Ci sembrava che ci fossero dei sassi sotto il treno e poi il convoglio si è fermato. Ci hanno fatto scendere e i soccorsi sono arrivati mezz’ora dopo” Il racconto è di un testimone oculare, Maurizio Lanzani un collaboratore di Rtl 102.5 che viaggiava da Cremona verso Lambrate sul treno di Trenord che si trovava a bordo del mezzo che è deragliato stamattina vicino Pioltello. “Due carrozze si sono semisquarciate. Una scena agghiacciante e ho avuto fortuna a prendere un altro vagone che non è deragliato. I soccorsi sono arrivati un po’ in ritardo, anche perché il treno si è fermato sulla linea ferrata fuori stazione e il luogo è difficilmente raggiungibile”. 

Cattaneo: Probabile causa è cedimento strutturale – “Non si conoscono ancora le cause dell’incidente, ma dalla dinamica sembra essersi trattato di un cedimento strutturale della rete o del convoglio in uno dei punti piu’ trafficati della rete ferroviaria lombarda, da cui passano circa 500 treni al giorno”. Lo scrive su Facebook il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo. 

Trenord: causa è problema allo scambio tra binari – Secondo la prima ricostruzione, l’incidente è dovuto a un problema sullo scambio fra binari. E’ quanto riferiscono sul posto fonti di Trenord. Il treno, secondo i primi rilievi, viaggiava a una velocità normale, circa 100 km all’ora, quindi inferiore rispetto al limite stabilito per quella tratta. Il deragliamento ha riguardato le ultime 3 carrozze di un convoglio composto di cinque. Le due centrali, in particolare, si sono messe di traverso sui binari e accartocciate contro un palo.

Aperta inchiesta per disastro ferroviario – “E’ stata aperta un’inchiesta per disastro ferroviario”. Lo ha confermato il questore di Milano Marcello Cardona che si è recato personalmente sul luogo dove è avvenuto il deragliamento. 

La Prefettura ha attivato un centro per il coordinamento dei soccorsi – La Prefettura di Milano ha attivato il “Centro Coordinamento Soccorsi” per il coordinamento delle componenti coinvolte nelle procedure di soccorso – Forze dell’Ordine, Polizia Stradale , Polizia Ferroviaria, Vigili del Fuoco, Areu 118, Croce Rossa, Trenord, Rfi. Lo ha reso noto un comunicato della Prefettura. 

Rete Ferroviaria Italia: “Accertato cedimento strutturale del binario” – Un cedimento strutturale di circa 20 centimetri di binario, circa due chilometri più indietro rispetto al luogo del deragliamento del treno regionale Trenod, è stato accertato dai tecnici di Rete Ferroviaria Italia. Lo si apprende da fonti della stessa Rfi. Attraverso indagini successive si dovrà stabilire se il cedimento del binario sia stato causa o effetto del deragliamento del treno. 

Escluso malfunzionamento degli scambi – Secondo quanto risulta all’agenzia Ansa, tecnici di Rete Ferroviaria Italiana, dopo una verifica della rete infrastrutturale nell’area del deragliamento del treno di Trenord, hanno escluso qualsiasi malfunzionamento degli scambi della stazione di Pioltello. Al contrario, è risultato che i sistemi di sicurezza della rete hanno funzionato: i sensori posizionati sugli scambi hanno rilevato il passaggio anomalo di alcune vetture del treno ed hanno disposto a “via impedita” tutti i sistemi di segnalamento, bloccando di fatto la circolazione nell’area.

 

Tagged

Lascia un commento