Busto Arsizio, al falò brucia la Boldrini “in fantoccio”. Come la difendono i social

Politica

Condividi!

Busto Arsizio, al falò brucia il fantoccio della Boldrini – Rabbia, indignazione e tanto altro, i sentimenti degli italiani (e soprattutto delle italiane) si è riversata sui social dove in molti hanno commentato l’accaduto.

Esponenti del Movimento giovani padani della Lega di Busto Arsizio (Varese) hanno infatti bruciato fantocci raffiguranti  la presidente della Camera Laura Boldrini, Paolo Gentiloni e Donald Trump. Il simulacro della Boldrini, preparato già dalla mattina, era a bordo della nave “Costa Discordia” in partenza il 4 marzo per l’Africa – corredato da slogan contro le politiche migratorie – con al timone Francesco Schettino. I pupazzi che rappresentavano Trump e Gentiloni sono stati gettati tra le fiamme quando queste erano già alte. A completare l’allestimento, un fantoccio di un vigile urbano. Come riporta ‘Varesenews’, come tradizione vuole, ad appiccare il rogo è stato il sindaco di centrodestra Emanuele Antonelli.

Come detto sui social si è scatenato il putiferio, sono decine i tweet che invocano le dimissioni del sindaco e che criticano, ovviamente, l’accaduto. Dal canto sui Matteo Salvini ha preso distanza dall’iniziativa dei Giovani Padani. “È stata una sciocchezza. Mi hanno detto che si richiama all’usanza, con l’anno nuovo, di bruciare immagini. Il fuoco può essere tradizione e a me piacciono i falo’ ma bruciare un fantoccio così è un’idiozia”, rileva il leader della Lega dai microfoni di Radio Capitale peer Circo Massimo

Tagged
Micaela Del Monte
A sei anni ho avuto la mia prima macchina da scrivere ma poi gioco del pallone è diventata la mia passione. Laureata in scienze della comunicazione, ho iniziato a scrivere per diversi giornali online fino ad arrivare ad IntelligoNews in redazione. Oggi scrivo per Lo Speciale e collaboro con la radio della Capitale

Lascia un commento