Addio Azeglio Vicini, cosa fa Bennato dell’indimenticabile “Notti Magiche”

In Rilievo Società

Condividi!

E’ morto questa mattina Azeglio Vicini, il ct della Nazionale dell’Europeo del 1988 e del Mondiale del 1990. Il mondiale degli italiani, quello perso a Napoli contro l’Argentina, ma anche quello che permise ad un Paese di stringersi, compattarsi e di credere in qualcosa tutti insieme.

Quell’anno l’Italia viveva un sogno, quello di poter vincere una Coppa del Mondo giocando a casa, e Vicini e i suoi ragazzi se lo sarebbero anche meritato. Quell’anno in Italia non si cantava altro che “Notti Magiche pezzo di Edoardo Bennato e Gianna Nannini che divenne una vera e propria colonna sonora di quell’estate “magica”.

Ma che fine ha fatto oggi Bennato? Di cosa si occupa?

Edoardo Bennato, nato a Napoli il 23 luglio 1946, è ritenuto da molti critici e musicisti uno dei più grandi rocker italiani;è stato il primo cantante italiano a riempire lo stadio milanese di San Siro con più di sessantamila persone, il 19 luglio 1980; è stato inoltre il primo cantante italiano in assoluto a suonare l’armonica a bocca e il primo cantante italiano ad esibirsi, nel 1976, al Montreux Jazz Festival (l’anno precedente si era esibito il primo gruppo italiano, gli Agorà).

Tra gli altri primati, Edoardo Bennato ha anche quello di essere stato il primo artista ad aver pubblicato due album a distanza di soli 15 giorni, nel marzo 1980, Uffà! Uffà! e Sono solo canzonette (dodici anni dopo Bruce Springsteen effettuerà la stessa operazione con i due album Human Touch e Lucky Town), e quello di essere stato, nel 1974, il primo cantante italiano ad essere etichettato dai giornalisti punk.

Dal 1980 in poi, escono gli album: È arrivato un bastimento (Ricordi EB5509) 1983;  Kaiwanna (Ricordi EB79); [in alcune versioni CD è stata aggiunta come nona traccia Nisida (singolo del 1982), in altre E invece no (singolo del 1981)] 1985;  OK Italia (Virgin, EBLP 09) 1987;  Abbi dubbi (Virgin, EBLP 955) 1989; È asciuto pazzo ‘o padrone (Virgin VDI 135, con lo pseudonimo Joe Sarnataro; registrato insieme ai Blue Stuff; ristampato nel 2004 dalla Cheyenne Records, CYR 014) ; Il paese dei balocchi (Virgin VDI 136) 1992;  Se son rose fioriranno (Virgin 8 39665 2) (ripubblicato nel 1995 con 2 brani addizionali) 1995;  Le ragazze fanno grandi sogni (EMI 7243 8 35567 2 4) (Pubblicato anche in vinile in 1.700 esemplari dalla EMI, 7243 8 35567 1 7) 1995;  Sbandato (FonitCetra CDL 420) 1998; – L’uomo occidentale (WEA 5050466486424) 2003; Le vie del rock sono infinite (Mercury 0602527350769) 2010;  Pronti a salpare (Universal) 2015. Più gli album dal vivo: È goal! (Edoardo Bennato live) (Ricordi EB 5519) (Con un inedito)1984;  Edoardo live (Virgin, 2EB 209) 1987;  Live RTSI (RTSI Music: registrazioni del 1979)(Sony Music Italia) 2001;  …Io c’ero… (Cheyenne Records, CYR 018; registrato dal vivo il 26 gennaio 1976 al “Tenda circo” di Roma) 2006;  Canzoni Tour 2007 (Cheyenne Records, CYR 021; registrato dal vivo in studio dei brani suonati dal vivo nel 2007) 2007; Canzoni Tour 2008 (Cheyenne Records, CYR 024; registrato dal vivo, nuove registrazioni in presa diretta e 3 inediti 2008);  MTV Classic Storytellers (Universal Music) 2010;  Canzoni Tour 2011 (Cheyenne Records CD+DVD dal vivo;contiene l’inedito “Italiani” composto per celebrare i 150 anni dell’unità d’Italia)2011;  Edoardo Live Tour 2012 (Cheyenne Records CD doppio dal vivo; contiene il brano “Un’estate italiana” lo storico inno dei mondiali 1990 mai pubblicato dal vivo sino ad oggi)2012. Più antologie, colonne sonore, decine di singoli  e un’incredibile mole di canzoni scritte per altri interpreti.
Come ricordato nel 1990 ha inciso in coppia con Gianna Nannini il brano Un’estate italiana, inno ufficiale in lingua italiana dei mondiali di calcio Italia ’90, la cui versione in lingua inglese, To be number one è composta da Giorgio Moroder, di cuino hanno scritto il testo e curato l’arrangiamento. Tra gennaio e settembre, con qualche intervallo,
 risulterà il singolo più venduto in Italia e, storicamente, l’ultimo 45 giri a ottenere un massiccio riscontro commerciale prima della sua sparizione dal mercato discografico
Per quanto riguarda l’ultimo periodo nel 2016 Edoardo Bennato ha pubblicato  sul proprio profilo Facebook e su YouTube un nuovo brano dal titolo Signore e Signori. Il 6 gennaio 2017 esce Domani, un brano cantato per la prima volta dai 3 fratelli Bennato Edoardo, Eugenio e Giorgio. Il brano è scritto dall’amico Gino Magurno ed è pubblicato dall’etichetta indipendente Walkman Records.

Il 24 novembre 2017 esce con Sorrisi e Canzoni e Panorama BURATTINO SENZA FILI 2017 un’edizione speciale dei celebri brani del 1977 arricchita dall’inedito ‘Mastro Geppetto’, un DVD con filmati storici un LIBRETTO di 32 pagine in cui Edoardo si racconta. I brani origininali del 1977 sono stati tutti ricantati con l’aggiunta, oltre a Mastro Geppetto, di “Lucignolo” e di “Che comico il Grillo parlante”. Il 28.11.2017 si conclude al Teatro Augusteo di Napoli una trionfale tournèe nei teatri con la band e il Quartetto Flegreo partita il 28.10.17 da Barcellona Pozzo di Gotto, toccando complessivamente 10 teatri con sold out in tutte le date.

Il 30 marzo 2018 è prevista la pubblicazione di Burattino senza fili Legacy Edition arricchita da un DISCO BONUS con 14 versioni inedite live e studio dei brani contenuti nell’album originale. Il prodotto sarà disponibile nella versione bookset 40 PAGINE + 2CD e nella versione LP+CD e libretto formato LP.

Insomma, la carriera di Bennato è stata lunga e ricca di successi e sembra proprio che non abbia intenzione di arrestarsi.

Tagged
Micaela Del Monte
A sei anni ho avuto la mia prima macchina da scrivere ma poi gioco del pallone è diventata la mia passione. Laureata in scienze della comunicazione, ho iniziato a scrivere per diversi giornali online fino ad arrivare ad IntelligoNews in redazione. Oggi scrivo per Lo Speciale e collaboro con la radio della Capitale

Lascia un commento