L’eroina è tornata: “Villa Maraini aperta h24 non basta” (VIDEO-INCHIESTA)

In Rilievo Video de Lo Speciale

Condividi!

Ritorna l’incubo eroina, in Italia nel 2016 sono stati registrati 280 mila consumatori. “Il funerale dell’eroina è stato celebrato troppo presto“- così il fondatore di Villa Maraini, il dott. Massimo Barra, commenta ai microfoni dell’inviato Speciale, Greta Merigiola.

I centri antidroga, che per legge sono obbligati a restare aperti e dare assistenza h24, restano chiusi in diverse regioni. Un esempio è la Regione Lazio – prosegue il dott.Barra- dove l’unico centro di recupero per i tossicodipendenti, aperto senza sosta, è Villa Maraini. Le istituzioni dovrebbero far qualcosa. Chi prende i soldi della droga?”.

Villa Maraini è l’unico centro di cura per le tossicodipendenze a Roma, operativo 24h su 24h, 365 giorni all’anno. Il centro fornisce la necessaria assistenza e collabora con la Croce rossa italiana e con le forze dell’ordine affinché detenuti tossicodipendenti o persone con grave dipendenza da sostanze stupefacenti, possano salvare la loro vita e riuscire a disintossicarsi.

Purtroppo però il numero di persone che abusano di eroina continua ad aumentare e le strutture di assistenza, aperte anche durante la notte, non ci sono.

E’ incredibile come l’opinione pubblica e i politici siano disattenti al ruolo delle droghe nel mondo – ci spiega il fondatore di Villa Maraini -. Il mondo della droga è trasversale, non colpisce soltanto i soggetti che la assumono ma ha implicazioni di natura economica, politica, di gestione della società, nel benessere o malessere delle persone, l’impatto è enorme”.

“Su questo c’è una censura- conclude il dott. Barra– le autorità non discutono sull’argomento e i soldi di questo immenso traffico dove vanno a finire?”.

Il fondatore di Villa Maraini torna a ribadire l’importanza del ruolo delle istituzioni che, in maniera collaborativa, dovrebbero affrontare il problema e tentare di dare sostegno e assistenza a chi ha più bisogno.

In tutto questo caos, le comunità di recupero ce la mettono tutta.

 

 

Tagged

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.