Peccato di “omissione” bergogliana? Ratzinger si smarca. La lettera completa

Politica

Scandalo due volte papale. E’ uscita la lettera completa (resa nota precedentemente solo il 12 marzo  e a questo punto pare in parte) che il Papa Emerito avrebbe scritto a Francesco (in realtà la lettera è rivolta a Viganò – uomo della comunicazione del Papa – e datata 7 febbraio), in risposta a una missiva del prefetto per la comunicazione del 12 gennaio dove appare una frase che suona come presa di distanza dai suoi libri teologici.

Si intuisce che c’era stata la richiesta di una «recensione», che il pontefice emerito sembra avere respinto: «Purtroppo, anche solo per ragioni fisiche», scrive Benedetto, «non sono in grado di leggere gli undici volumetti nel prossimo futuro, tanto più che mi attendono altri impegni che ho già assunti»…

Apriti cielo. I siti parlano di presa di distanza, un Papa emerito che non ha tempo di leggere la summa teologica del successore Bergoglio? Secondo molti “tradizionalisti” Ratzinger ha scelto quella forma ambigua per smarcarsi dai bergogliani, ai più sembra di leggere una fine ironia…

Giudicate voi.

LA LETTERA DI RATZINGER A BERGOGLIO

Città del Vaticano

7 febbraio 2018

Reverendissimo Monsignore,

La ringrazio per la sua cortese lettera del 12 gennaio e per l’allegato dono degli undici piccoli volumi curati da Roberto Repole.

Plaudo a questa iniziativa che vuole opporsi e reagire allo stolto pregiudizio per cui Papa Francesco sarebbe solo un uomo pratico privo di particolare formazione teologica o filosofica, mentre io sarei stato unicamente un teorico della teologia che poco avrebbe capito della vita concreta di un cristiano oggi.

I piccoli volumi mostrano, a ragione, che Papa Francesco è un uomo di profonda formazione filosofica e teologica e aiutano perciò a vedere la continuità interiore tra i due pontificati, pur con tutte le differenze di stile e di temperamento.

Tuttavia non mi sento di scrivere su di essi una breve e densa pagina teologica perché in tutta la mia vita è sempre stato chiaro che avrei scritto e mi sarei espresso soltanto su libri che avevo anche veramente letto. Purtroppo, anche solo per ragioni fisiche, non sono in grado di leggere gli undici volumetti nel prossimo futuro, tanto più che mi attendono altri impegni che ho già assunti.

Sono certo che avrà comprensione e la saluto cordialmente.

Suo

Benedetto XVI

Condividi!

Tagged