Iss VS fake news, nasce ‘rete’ anti-bufale con i farmacisti di doctor’s life

In Rilievo

“Una rete per catturare le tante notizie ‘avvelenate’ che circolano su web e social, rischiando di confondere i cittadini alimentando false credenze e pseudo-cure. Con l’obiettivo di intercettare le fake news alla nascita, per evitare che facciano troppi danni”. Cos√¨ Pasquale Spinelli, specialista in oncologia, urologia e gi√† vice direttore scientifico dell’Istituto nazionale tumori di Milano, annuncia la nuova iniziativa targata Doctor’s Lifeil canale 440 per medici e farmacisti edito da AdnKronos Salute e in onda h24 sulla piattaforma Sky – per contrastare l’epidemia di fake news in tema di salute. “Un progetto in cui il nostro canale – spiega Spinelli, che √® fra i componenti del Comitato scientifico – ha scelto come partner l’Istituto superiore di sanit√†, che ha avviato un importante progetto anti-bufale. Ma non solo”.

“Un ruolo cruciale spetter√† al collegamento con importanti atenei italiani, ma anche con i medici abbonati e con i farmacisti di Doctor’s Life, che parlano tutto il giorno con i cittadini e ne intercettano dubbi e domande”, dice Spinelli.

“Quello delle fake news non √® un fenomeno nuovo: un tempo si chiamavano bufale e giravano moltissimo, basti pensare alle capre di Bonifacio o al metodo Di Bella. Il fatto √® che oggi il fiorire dei social ha creato un moltiplicatore di notizie senza controllo. Ecco perch√© √® nata l’idea di sfruttare Doctor’s Life e il suo legame” con oltre 90 mila tra medici e farmacisti ”¬†per intercettare le fake news sul nascere e diffondere le ‘correzioni’: quando qualche bufala cade nella nostra rete, possiamo subito smentirla, disinnescandola in tempo reale. Vogliamo inoltre insegnare ai medici e ai farmacisti, attraverso appositi corsi di formazione Ecm, a riconoscere e ‘demolire’ le bufale e le false credenze fra i pazienti”. Ma quali sono gli elementi che dovrebbero insospettire un lettore alle prese con notizie di salute? “Se si parla di una presunta scoperta rivoluzionaria senza citare la rivista scientifica e gli autori – dice Spinelli – √® bene rizzare le antenne. Se uno studio √® pubblicato da una rivista autorevole, sar√† stato sottoposto a revisione. E, anche se le frodi celebri non sono mancate, questo √® un filtro importante. Attenti poi a ‘cure’ che promettono di far guarire tutti o moltissimi mali, alle pseudo-diete e alle pubblicit√† occulte”, aggiunge l’esperto. L’iniziativa di Doctor’s Life si decliner√† in tv, online e sulla rete dell’agenzia di stampa AdnKronos Salute, e sar√† presentata in un incontro previsto per questo mese a Roma, con il patrocinio del ministero della Salute.

“Non possiamo occuparci di tutte le fake news sulla salute – conclude Spinelli – ma possiamo e dobbiamo intervenire su ci√≤ che circola di pi√Ļ, per intercettare le notizie avvelenate che rischiano di danneggiare la salute degli italiani”.

Fonte: (AdnKronos Salute)

Condividi!