Siria, nuovo presidente della Coalizione nazionale e avanzata anti Isis

In Rilievo

Mentre il Consiglio di sicurezza dell’Onu discute il programma di armi chimiche del regime di Assad, il politico turkmeno Abdurrahman Mustafa è stato eletto presidente della Coalizione nazionale siriana, principale gruppo siriano di opposizione all’estero, con sede a Istanbul.

Lo ha riferito la stessa Coalizione nazionale delle forze della rivoluzione e dell’opposizione siriana sul suo account Twitter.

“L’Assemblea Generale della Coalizione nazionale siriana ha eletto presidente Abdurrahman Mustafa”, si sottolinea nel tweet, aggiungendo che Nazir al-Hakim è il nuovo segretario generale, mentre alla carica di vice presidenti sono stati eletti Dima Moussa, Abdel Basset Hamo e Bader Jamous. Mustafa, che ha ottenuto 66 voti a favore su 75, prende il posto di Riad Seif, che secondo l’agenzia di stampa ‘Anadolu’ si era dimesso lo scorso marzo per motivi di salute.

Intanto le forze armate siriane stanno separando in due parti i distretti meridionali di Damasco, occupati dal gruppo terrorista dello Stato islamico secondo il generale Mehsen Nafnuf. “Solo ieri – ha spiegato -, i militanti erano posizionati dove ora sono accampate le mie truppe, siamo andati avanti di 0,3 miglia nelle ultime 24 ore, un’altra brigata è sull’offensiva dall’altra parte. Ci incontreremo presto, il che significa che separeremo due parti del territorio occupato dai militanti dell’Is”.

L’esercito siriano quindi progetta di eliminare la minaccia terroristica su ciascuno dei due territori risultanti. Al momento, alcuni militanti e le loro famiglie stanno ancora lasciando i distretti meridionali di Damasco questo anche se alcuni dei quartieri sono ancora controllati dai militanti del gruppo terrorista IS e Nusra Front.

Condividi!

Tagged