Nell’ambito della mostra “Sirio Luginbühl: film sperimentali” proiezione di Fluxfilm Anthology

Cinema Cultura e Cinema In Rilievo

Domani 26 maggio 2018 alle ore 18.00, a Cittadella (PD), presso la sala conferenze di Palazzo Pretorio, sarà proiettato Fluxfilm Anthology di Nam June Paik, Dick Higgins, GeorgMaciunas, Yoko Ono, George Brecht, Robert Watts, Wolf Vostell, Ben Vautier e altri.

L’evento si inserisce nella ricca rassegna di proiezioni di film sperimentali e d’artista, nell’ambito della mostra “Sirio Luginbühl: film sperimentali”. La rassegna è a cura di Guido Bartorelli e Lisa Parolo che presentano le proiezioni con la collaborazione di Marco Santi e Federica Stevanin.

Fluxus, gruppo di artisti provenienti dagli Stati Uniti, Europa e Asia e fondato negli anni Sessanta dal lituano George Maciunas (Kaunas, 1931 – Boston, 1978), poggia su una radicale fluidità di programma e partecipazioni. È un’aggregazione aperta, un coordinamento di iniziative a cui aderiscono personalità che rimangono indipendenti, libere di far convergere il proprio percorso individuale su uno, pochi o molti progetti collettivi. Fluxus ha accolto in sé musicisti e poeti prima ancora che artisti. Tutti hanno risentito dell’influenza di John Cage, Marcel Duchamp e del Buddhismo Zen, portandoli a formare un pensiero poetico condiviso che si sintetizza nella coincidenza tra vita e arte, o meglio nell’urgenza di dissolvere questa in quella.

George Maciunas, Nam June Paik, Dick Higgins, Yoko Ono, George Brecht, Robert Watts, Wolf Vostell, Ben Vautier e molti altri artisti più o meno vicini a Fluxus, hanno realizzato Fluxfilms, cinema d’artista prodotti in tempi diversi, dal 1962 al 1970. Le singole opere d’arte venivano presentate una dopo l’altra o proiettate singolarmente a ciclo continuo con la pellicola appositamente giuntata a loop.

I Fluxfilms sono caratterizzati da gag o eventi, alcuni si soffermano su un gesto, un accadimento ricorrendo al rallentamento estremo. In altri casi l’accadimento è tutto interno alla pellicola, secondo la logica del “concretismo” che Maciunas ricava dall’ambito della sperimentazione musicale: col tempo su una pellicola trasparente si accumulano polvere e segni di usura (Paik), oppure si possono alternare singoli fotogrammi trasparenti ad altri completamente opachi col risultato di uno psichedelico effetto flicker (John Cavanough); o ancora, come nel caso dei Fluxfilms di Riddle e dello stesso Maciunas, si constata la testualità della pellicola nel suo essere segmentata in tanti fotogrammi e se ne fa un misuratore del tempo e dello spazio.

INFORMAZIONI UTILI SULLA MOSTRA “SIRIO LUGINBUHL: FILM SPERIMENTALI”:

TITOLO DELLA MOSTRA: Sirio Luginbühl: film sperimentali

A CURA DI: Guido Bartorelli e Lisa Parolo

SEDE ESPOSITIVA: Palazzo Pretorio – Via Marconi 30 – Cittadella (PD)

DATE DI APERTURA: 15 aprile – 15 luglio 2018

GIORNI E ORARI DI APERTURA: martedì: 15:00 – 19:00; da mercoledì a sabato: 9:00 – 12:30 / 15:00 – 19:00; domenica: 10:00 – 19:00

Catalogo a cura di Guido Bartorelli e Lisa Parolo

INGRESSO GRATUITO

 

Condividi!

Tagged