Rapani – Pellegrino (Fratelli d’Italia), in Calabria la cultura della legalità non ha bandiera di partito

Senza categoria

Condividi!

Rimaniamo senza parole di fronte alle assurde accuse che vengono mosse al nostro movimento politico in merito all’organizzazione di una borsa di studio dedicata alle scuole di Rossano per promuovere la cultura della legalità, progetto si dedicato a Peppino Impastato ma anche a Lea Garofalo, e a memoria e tutela di tutte le Vittime di mafia. Parole che offendono anche centinaia di ragazzi che hanno partecipato con coraggio e passione a questo percorso in nome dell’amore per la propria gente e la propria terra.
Fino a che certe associazioni di sinistra continueranno ad anteporre l’antifascismo militante a valori come libertà, cultura, condivisione nessun cambiamento potrà avvenire per assicurare un futuro alla Calabria, alla Sicilia edallItalia intera.
Cinzia Pellegrino, Responsabile Nazionale del Dipartimento tutela Vittime di FdI e Ernesto Rapani, Dirigente Nazionale e coordinatore regionale per la Calabria

Tagged