I pusher di Rogoredo pestano Corona – VIDEO CHOC

3 minuti di lettura

Fabrizio Corona ha fatto un video con telecamera nascosta per Non è l’Arena nel bosco di Rogoredo, patria dello spaccio, ma è finita male. Quando lo ha annunciato con le dirette su Instagram nessuno ha pensto al peggio ma invece lo hanno riconosciuto e aggredito in seguito. Gli operatori del programma che erano con lui hanno anche perso i propri cellulari durante la fuga.

“Gli hanno detto ‘ah tu puoi entrare’ – ha raccontato uno dei cameraman – In realtà era un modo per attirarlo in trappola, gli hanno messo le mani in tasca e hanno trovato il ricevitore della telecamera nascosta. A quel punto ci hanno aggredito e siamo scappati”.

Dopo il fatto, nel “boschetto della droga” di Rogoredo, a Milano, è scattato un controllo dei carabinieri organizzato per abbattere le baracche dei pusher che vivono all’interno. Sono state trovate tende e ripari di fortuna allestiti con lamine e coperture in plastica. Diversi i fuochi ancora accesi al momento dell’ingresso dei militari.

E pure qui gli italiani si son fatti la loro idea. E la prendono anche a ridere.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Oroscopo di oggi 11 dicembre: tanta creatività e voglia di evadere

Articolo successivo

Manovra, su Conte-Juncker prospettive positive. Ma c’è una nuova sfida

0  0,00